800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

WONDROUS MACHINES

Il festival degli organi storici delle chiese feltrine

WONDROUS MACHINES

Il festival degli organi storici delle chiese feltrine

Immaginate di entrare in una chiesa, di dirigervi verso la grande pala d’altare e di trovarla girata, con la tela dipinta verso la parete che la sorregge. Immaginate anche che le antiche statue che vi si trovano siano coperte da un drappo, e che i reliquiari che davano bella mostra di sé siano chiusi in un armadio della sagrestia. Ciò che sarebbe anomalo per un’opera d’arte sacra – il fatto di essere nascosta a chi frequenta la chiesa – è invece la quotidianità per un organo storico, che a dispetto delle centinaia d’anni di storia e del pregio della sua fattura è spesso muto ed isolato dalle persone.

Da Feltre a Belluno, nelle antiche chiese disseminate su di un territorio dall’altissimo valore paesaggistico, si contano ben 27 organi storici costruiti tra inizio del Seicento e primo Novecento. Un patrimonio prezioso quanto una pala del Ricci o di una statua del Brustolon, con la differenza che per apprezzarlo c’è bisogno di un organista.

Wondrous Machines, nato nel 2019 per iniziativa di Deniel Perer in collaborazione con l’associazione “G. B. Maffioletti”, realizza ogni anno un percorso di concerti con l’intento di valorizzare il patrimonio di questi preziosi organi. Molti strumenti sono stati restaurati a regola d’arte negli ultimi anni e di recente, ritrovando funzionalità e buona armonia sonora (ce ne sono ancora diversi bisognosi di restauro!). La rassegna permette quindi di conoscere più da vicino queste “macchine sonore” e di poterle ascoltare al pieno delle loro possibilità, aprendo le cantorie alle visite del pubblico (mezz’ora prima dei concerti) e dando spazio ai migliori giovani strumentisti italiani.

Tutto ciò non sarebbe possibile senza il sostegno fondamentale di Fondazione Cariverona, degli sponsor e la collaborazione con Comuni e Parrocchie della Valbelluna. Anno dopo anno, la rassegna è cresciuta grazie al coinvolgimento di altri enti e realtà del territorio.

La proposta per l’edizione 2022, attualmente in corso, ha voluto arricchire il calendario con due nuove iniziative. La prima è una masterclass di Andrea Marcon, presso il monumentale organo Callido 1767 (fresco di restauro) del Duomo di Feltre, indirizzata ai tastieristi e agli studenti di musica antica; l’iniziativa vuole richiamare nel feltrino i migliori studenti, con il desiderio di costruire nel tempo un piccolo centro di riferimento per l’alta formazione musicale nel campo della musica antica.

La seconda consiste in due serate in forma di lezione-concerto all’organo in stile franco/alsaziano della chiesa di Santa Giustina nella quale, grazie alla collaborazione con l’associazione “pro Auditorium”, si svolgeranno per la prima volta le “Wondrous Lessons”, appuntamenti in forma di lezione-concerto incentrati sulla musica di Bach e dei suoi contemporanei. Vogliono essere un’occasione per comprendere meglio le composizioni del genio di Eisenach, ascoltando direttamente dalla voce degli interpreti le spiegazioni e i segreti di quella musica; chiuderà la rassegna il maestro Lorenzo Ghielmi.

Programma

Sabato 18 giugno, chiesa di Santa Giustina: lezione-concerto incentrata sull’arte contrappuntistica di Bach e suoi contemporanei con protagonista Simone Vebber.
Mercoledì 22 giugno, Duomo di Feltre: concerto monografico dedicato al repertorio organistico di Padre Martini con Manuel Tomadin all’organo e presentazione del nuovo disco Brilliant classics.
Sabato 25 giugno, chiesa di Santa Giustina: Deniel Perer terrà una lezione-concerto dedicata alla musica di Bach.
Mercoledì 29 giugno, chiesa di San Giacomo a Feltre: le Sonate e i Concerti per organo e archi di Vivaldi, Händel, Haydn e Mozart interpretate dall’Ensemble L’artifizio armonico.
Mercoledì 6 luglio, chiesa di Santa Giustina: Sulle tracce di Johann Sebastian Bach con composizioni originali e completamenti di frammenti bachiani ad opera di Lorenzo Ghielmi.

Tutti i concerti avranno inizio alle 21; ingresso libero fino a esaurimento posti con prenotazione obbligatoria al sito www.associazionemaffioletti.org, oppure 0439 2540 (IAT Feltre) con orario 9.30–12.45 (mercoledì chiuso), sabato e domenica 14.30–17.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.