800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Valmorel sotto le Stelle

un inedito concorso artistico per l’edizione 2024

Valmorel sotto le Stelle

un inedito concorso artistico per l’edizione 2024

Una piccola frazione, un piccolo borgo, ma ancor più una comunità che cerca in tutti i modi di far emergere il significato di che cosa significhi vivere in montagna: una scelta fatta spesso di sacrifici, ma di altrettante soddisfazioni quando è il gruppo a crederci, creando così legami tra la gente del posto e i visitatori che restano inossidabili.

È il caso della splendida Valmorel, nota per le sue straordinarie verdi distese, ma anche per i tanti sentieri che la caratterizzano. Alla vita ricreativa del paese, a proporre momenti di socializzazione e cultura, è il locale Comitato Frazionale di Valmorel, che si prepara a riproporre l’edizione numero 28 di “Valmorel sotto le stelle”, già inaugurata a inizio giugno e che prosegue per tutta l’estate con diversi appuntamenti.
Stavolta c’è anche una bella novità per gli appassionati artisti: «Nell’anno in corso abbiamo sentito la necessità di interrogarci e far emergere le relazioni significative con la natura a partire dalle emozioni che nascono quando ci troviamo in cammino nel bosco, in modo orizzontale, senza visioni antropocentriche. È quello che si prova passeggiando nelle nostre zone, una sensazione straordinaria, e da qui nasce la volontà di proporre un nuovo concorso artistico», fa sapere Paolo Tormen del Comitato organizzatore.

IL CONCORSO ARTISTICO
Il titolo dell’inedito concorso artistico è “Cammino nel Bosco”, le cui premiazioni si terranno domenica 22 settembre alle 16. Questo bando è aperto a fotografi e artisti non professionisti e comprende tre categorie: fotografia, pittura e scrittura. Il concorso ha l’obiettivo di promuovere e stimolare esperienze emozionali e sensoriali in contatto con la natura al fine di offrire ai partecipanti l’opportunità di esprimere le loro emozioni e sensazioni attraverso le loro opere, ispirandosi alle storie e leggende degli alberi, dei boschi e degli animali selvatici, nonché alle emozioni vissute in natura e ai volti nascosti. I soggetti delle opere dovranno essere pertanto inerenti a storie e leggende di alberi, boschi e animali selvatici; emozioni in natura; volti nascosti nella natura. Ogni partecipante potrà inviare un’opera per ciascuna delle categorie.

Le opere verranno valutate da una giuria qualificata, e i primi tre classificati per ogni categoria saranno premiati durante l’evento finale. «La premiazione sarà un momento corale dove condividere le diverse rappresentazioni e interpretazioni degli autori, celebrando così la ricchezza e la bellezza del nostro territorio», aggiunge Tormen.
In palio ci saranno: al primo classificato di ogni categoria una notte per due persone a Valmorel, al secondo classificato sempre di ogni categoria una cena per due persone in un locale del territorio e al terzo classificato un cestino di prodotti locali. Per partecipare è possibile inviare le proprie opere entro il 31 agosto. Maggiori dettagli sulle modalità di invio e sulle specifiche tecniche delle opere sono disponibili sul sito www.valmorel.it

IL CONTESTO
Oltre al concorso, il programma di “Valmorel sotto le stelle” è molto ampio e tuttora in corso di perfezionamento. Si spazia da appuntamenti culturali con presentazioni di libri all’inaugurazione di mostre tematiche, da concerti con artisti locali alla proiezione di video fino a camminate esperienziali; c’è spazio anche per lo sport, il teatro, la montagna. Insomma, una serie di iniziative che non mancheranno di far vivere la comunità, ma anche di accogliere a braccia aperte i tanti turisti e visitatori che soprattutto in periodo estivo visitano la bellissima zona di Valmorel.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.

Questo articolo sarà disponibile per la lettura online a partire da

30/06/2024

VUOI LEGGERLO SUBITO?

Corri in edicola ad acquistare l’ultimo numero de “il Veses”