800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Uomini maltrattanti

apre a Feltre uno sportello dedicato

Uomini maltrattanti

apre a Feltre uno sportello dedicato
Uomini Maltrattanti

Prevenire è meglio che curare”, un mantra spesso ripetuto, assume un significato cruciale nel contesto della lotta alla violenza contro le donne. Tuttavia, troppo spesso, l’attenzione si focalizza sulla vittima, trascurando il vero cuore del problema: il carnefice, o meglio, il sistema culturale e di credenze che aiutano l’individuo a diventare abusante e violento. In questo panorama, la città di Feltre si posiziona in avanguardia in provincia con l’apertura del primo Sportello di consulenza, ascolto, assistenza e sostegno psicologico per uomini responsabili di reati o fatti legati alla violenza sulle donne o categorie vulnerabili.

La presentazione del progetto, avvenuta lo scorso 17 febbraio presso la Sala Ocri, testimonia l’impegno del Comune di Feltre e dell’Azienda Feltrina nel contrastare la violenza, non solo come problema sociale ma anche come emergenza di sanità pubblica e grave violazione dei diritti umani. Secondo il rapporto dell’OMS sulla violenza contro le donne, la violenza coinvolge 1 donna su 3 nel mondo, mentre in Italia il 31,5% delle donne ha subito violenza fisica o sessuale almeno una volta nella vita.

Il sindaco di Riese Pio X, Matteo Guidolin, è stato ospite esterno alla presentazione, condividendo la sua esperienza nel contrasto alla violenza, sottolineando la necessità di interventi più incisivi. Lo scorso dicembre ha visto consumarsi proprio nel suo comune l’ennesimo caso di femminicidio in Veneto. L’uomo maltrattante era già stato segnalato, dettaglio che non aveva creato non poche polemiche sui media, soprattutto con l’animo dell’opinione pubblica ancora scosso dal caso Cecchettin. «La vita di una donna è stata spezzata brutalmente proprio nella sua casa dall’ex fidanzato. La prima domanda che ci siamo fatti è stata: “Si poteva fare di più? Sicuramente non è stato fatto a sufficienza. Non mi sento di portare testimonianze ma posso dirvi che è stato un colpo che se in veste di amministratore è stato complicato, umanamente è stato devastante. Sono qui a Feltre in veste di uditore, perché le buone pratiche vanno assolutamente riprese».

L’assessore Maurizio Zatta ha spiegato che lo Sportello sarà gestito con massima riservatezza, incoraggiando la partecipazione e la denuncia. «La prevenzione non è solo un detto, ma una pratica quotidiana per tutelare la sicurezza e la dignità di tutti. Come uomo, celebro questo passo avanti non solo per loro, ma per la civiltà tutta».

Ares Aps, attraverso i Servizi Sociali dell’Azienda Feltrina, gestirà lo Sportello a Feltre, offrendo colloqui individuali, incontri di gruppo e attività di formazione. Il professor Brian Vanzo ha sottolineato l’importanza di avere un punto di riferimento vicino a casa, poiché spesso occorre rompere l’indifferenza della società: «Il progetto si propone come punto nevralgico per contrastare la violenza, puntando non solo sulla prevenzione ma anche sull’intervento diretto nel sistema culturale che la alimenta. Uno dei principali obiettivi è far emergere situazioni sommerse, incoraggiamo sempre le vittime a denunciare, ma anche le segnalazioni esterne sono importanti per evitare ulteriori casi di cronaca nera».

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare direttamente l’associazione al numero 3887742014 o visitare il sito www.centroaresaps.com.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.