800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Una Delorean nel cassetto

... e nella realtà! La passione di Giovanni Zanon

Una Delorean nel cassetto

... e nella realtà! La passione di Giovanni Zanon

La DeLorean è un’auto iconica che ha catturato l’immaginazione del pubblico grazie alla sua apparizione nel celebre film “Ritorno al Futuro”. Tuttavia, non lasciatevi ingannare: come ci spiega Giovanni Zanon, appassionato e proprietario dell’unico modello immatricolato nella provincia di Belluno, la DeLorean è molto di più di una semplice macchina da cinema. Vedere questa meraviglia dal vivo è tutta un’altra storia!

La DMC-12 progettata da John DeLorean è una vettura sportiva a due posti con un design unico. Il suo aspetto è caratterizzato dalle porte ad ala di gabbiano che si sollevano verso l’alto e dalla carrozzeria in acciaio inossidabile, mentre il motore è posizionato posteriormente. «Questa autovettura è davvero unica dal punto di vista estetico», afferma Zanon, che aggiunge di scherzare con le persone che bussano sulla carrozzeria chiedendosi di che materiale sia fatta. «In realtà, si tratta di carta stagnola» risponde, ma poi l’appassionato che è in lui viene fuori e racconta tutta la verità.

L’inizio risale all’estate 2013, quando il suo sogno è diventato una realtà: «Credo che in questo momento storico più che mai i giovani, e non solo, abbiano bisogno di ritrovare il “desiderio di conquista”, e se ognuno condividesse la propria esperienza autentica potrebbe essere di ispirazione a qualcun altro» commenta Giovanni.
«In questi tempi, trovare la propria strada richiede uno stimolo forte, ma la situazione attuale è diversa: siamo bombardati da molti stimoli deboli e spesso non riusciamo a capire come tradurre ciò che vediamo nel mondo virtuale in realtà. Tuttavia, è proprio chiedendoci come fare e rendendoci conto delle difficoltà che possiamo trovare la motivazione e la forza per agire».

Riguardo ai suoi grandi sogni, Zanon dice: «Le mie due grandi passioni sono la DeLorean e la musica. Così come imparare a suonare il piano richiede più di un giorno, trovare un modello storico di questa auto e portarlo dallo Stato dell’Indiana fino al porto di Genova non è stato facile. Tuttavia, non mi sono arreso. Con determinazione e amore per il mio obiettivo, ho superato gli ostacoli e ora ho la mia amata DeLorean sulla strada».

La passione di Giovanni, anche se sedimentata in una parte inconscia e non ancora chiara in tenera età, è rifiorita nel 2013, quando è stato riproposto il celebre film “Back to the Future” al cinema. Sarà stata la magia del grande schermo, oppure il “ritorno al passato”, alle emozioni vere di quel bambino che disegnava la DeLorean nei suoi block-notes, ad aver spinto la prima ricerca su Google?

«Ho scoperto che in Italia esisteva un Club DeLorean» racconta Giovanni «ed è stato grazie al Presidente di questa associazione che ho potuto vedere per la prima volta dal vivo quest’auto». Non è stato un incontro romanticissimo. «Eravamo nei parcheggi esterni all’Autostrada, in una zona industriale-commerciale molto anonima e non ho nemmeno guidato l’auto. Ero accompagnato da mio papà e, ritornando a casa, la prima cosa che gli ho detto è stata che avevo già deciso: ancora più di prima, dopo averla vista dal vivo, la desideravo. Doveva essere mia!». La ricerca di un modello di DeLorean è stata frutto di un grande e appassionato lavoro capillare, che alla fine ha condotto Giovanni ad un’autovettura in pessimo stato di salute, scovata letteralmente dall’altra parte del mondo in un fienile dell’Indiana.
Altro attore fondamentale in questa avventura è stato Simone Carcagni, amico e collega di Zanon, che ha dimostrato una grande competenza pratica in meccanica e ha contribuito alla ricerca, al trasporto, nonché alla manutenzione dell’auto.

Dopo aver completato le pratiche burocratiche e aver reso quest’auto storica un mezzo affidabile per i viaggi, Giovanni ha partecipato al suo primo autoraduno ufficiale a Pistoia nel 2015. Tuttavia, le emozioni più grandi sono arrivate l’anno successivo, quando lui e Simone hanno partecipato al Raduno Europeo di DeLorean a Belfast, la città natale dell’auto e capitale dell’Irlanda del Nord: qui «l’emozione più grande è stata far svolgere alla vecchia signora il test track nella fabbrica originaria, a distanza di 35 anni dalla sua produzione. Come appassionato mi sono sentito in un luogo quasi sacro e ho provato un mix incomprensibile di emozioni. Oggi la mia DeLorean continua a donarmi momenti intensi: ogni volta che mi sposto con lei, molte persone si avvicinano con interesse e curiosità, chiedendo informazioni e condividendo il loro entusiasmo. Sono davvero felice di aver investito il mio tempo nella mia passione perché questa macchina è diventata qualcosa di speciale anche per gli altri».

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.