800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Tutte le strade portano a Buzzati

L'itinerario ripercorre le tappe dello scrittore

Tutte le strade portano a Buzzati

L'itinerario ripercorre le tappe dello scrittore

Quest’anno e il prossimo ricorrono due importanti anniversari buzzatiani: la pubblicazione di “I Miracoli di Val Morel”, uscito nel novembre del 1971, e il cinquantesimo dalla morte dell’autore, avvenuta a Milano il 28 gennaio 1972.

L’amministrazione comunale di Limana ha deciso, con il progetto “A cinquant’anni dal miracolo Buzzati”, di celebrare l’opera tutta del poliedrico artista che fu giornalista, scrittore e pittore, organizzando, in collaborazione con gli enti e le realtà attive sul territorio, numerosi eventi e manifestazioni a tema. Obiettivo principale il rinnovo entro la prossima primavera dell’Itinerario Buzzati che, inaugurato oramai nel lontano 2002, ripercorre l’ideale passeggiata che spesso Dino Buzzati faceva, quando si trovava a Belluno, partendo dalla villa di famiglia in località San Pellegrino, per raggiungere Valmorel.

Valmorel era una meta così cara a Buzzati tanto da decidere di ambientarci per l’appunto la sua opera ultima, la più emblematica, che racchiude in sé tutto l’universo buzzatiano, ponendo esplicitamente l’accento sull’attaccamento dello scrittore ai luoghi della sua infanzia.

Lo stimolo alla ricerca della verità, di quanto di concreto e reale esista nelle storie narrate ne “I miracoli di Valmorel”, suscita da sempre grande interesse per questa piccola opera scherzosa, nata come mostra pittorica, che non smette di ammiccare a lettori di tutte le età, di tutti i tempi.

Nella prima edizione si legge: «Il bello è che siccome è la vita a imitare l’arte e non viceversa, dopo la mia mostra a Venezia, un professore di Belluno ha suggerito al parroco di Limana, la cui cura d’anime si stende a Val Morel, di costruire in un posto come quello da me descritto, una cappelletta dedicata a Santa Rita, dove è presumibile arriveranno le testimonianze di chissà quanti prodigi da lei compiuti. Se la facessero veramente, sarebbe per me, scrittore e pittore, la più grande delle soddisfazioni.»

Detto, fatto. L’idea di edificare un reale sacello intitolato a Santa Rita venne al professor Bortolo Mastel, preside della scuola elementare di Limana negli anni Settanta, che coinvolse, oltre a Buzzati, anche il sindaco di Limana De Fanti e il parroco Paolo Pescosta. Buzzati ne fu molto entusiasta. A lui venne affidato l’incarico di dipingere la tavola che ancor oggi trova posto all’interno del capitello (l’originale è, per motivi di sicurezza, conservato presso il Comune di Limana).
L’inaugurazione, prevista per il settembre 1971, si tenne invece due anni dopo (ormai troppo tardi per Buzzati), il 3 settembre 1973.

Il progetto si inseriva perfettamente nel contesto storico culturale e devozionale del territorio, per la presenza della Via Crucis di Giaon e di diversi capitelli, alcuni davvero antichi, come quello di Laste, (tutte tappe inserite all’interno dell’Itinerario Buzzati) e mirava a rendere omaggio a uno scrittore che i bellunesi, hanno sempre sentito loro, ricambiando l’affetto che l’autore provava per la sua terra natia.

Si può dire che il Capitello di Santa Rita sia proprio il risultato che Buzzati si prefiggeva scrivendo “I miracoli di Val Morel”. E che l’itinerario sia il naturale prosieguo di una staffetta in cui il testimone da continuare a passare, di generazione in generazione, sia l’impegno nella valorizzazione e promozione di questo fantastico territorio, motore di grandi idee e originali imprese, di raccontare, come faceva Buzzati, dei nostri luoghi in cui viviamo, come se fossimo sempre di rientro da un lungo viaggio.

Galleria Immagini

Hai bisogno di noi? Chiamaci al Numero Verde 800 038 499

Aut. del Trib. di Belluno n. 17 del 24.11.2000. Direttore Responsabile: Federico Brancaleone. Sede Legale: via Pulliere, 19 – 32035 Santa Giustina (BL) – Redazione: via degli Emigranti, 61 – 32037 Sospirolo (BL).

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.