800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Triticum Dolomiti

il recupero dei cereali antichi

Triticum Dolomiti

il recupero dei cereali antichi

In una giornata dedicata allo scambio di semi antichi si sono conosciuti Johannes Keintzel e Mirco D’Incà, ideatori del progetto “Triticum Dolomiti – dal seme al pane”.
Attraverso la coltivazione di cereali antichi con un’agricoltura naturale, l’idea è di creare una filiera corta localizzata in Valbelluna che non produca solamente cibo sano alla portata di tutti, ma che fornisca anche dei servizi al territorio.

Il tipo di tecniche agricole scelte mirano a recuperare e infiltrare l’acqua nel terreno per ricaricare le falde sotterranee senza inquinarle (nonostante la nostra provincia sia tra le più piovose d’Italia, è bastato solo un anno di siccità per avere già dei grossi problemi), ridisegnare paesaggi ed ecosistemi, aumentare la biodiversità e la fertilità del suolo.

Le varietà di cereali antichi utilizzate sono state recuperate da persone che le avevano custodite e riprodotte negli anni precedenti. In particolare si tratta delle varietà San Pastore, Rosset e Piave. Inoltre questo è il sesto anno che viene seminato un miscuglio di 180 tipi di grano diversi ottenuto dall’Istituto “Strampelli” di Lonigo. La prerogativa dei miscugli è che sono diversi ogni anno e variano in funzione anche del clima. La novità di quest’anno, in particolare, è la varietà De Carolis.

Con una raccolta fondi su un portale online è stato possibile, inoltre, finanziare una parte della spesa per l’acquisto della seminatrice da sodo, un macchinario che permette di seminare senza dover lavorare pesantemente il terreno. Ora, per continuare a crescere, il progetto necessiterebbe di trovare piccoli appezzamenti di terreno ed un locale ad uso magazzino, su concessione gratuita o tramite pagamento di un affitto, e avviare nuove collaborazioni con panificatori locali.

Prossimamente verranno organizzate delle giornate in campo per osservare e toccare con mano l’evoluzione dei cereali e le metodologie innovative utilizzate da questa nuova realtà agricola che si promette rispettosa dell’ambiente e delle persone.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.