800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Trichiana paese del libro

nel cassetto la 32a edizione del concorso letterario

Trichiana paese del libro

nel cassetto la 32a edizione del concorso letterario

C

on la storia di Angela, che quasi per caso torna nel luogo dove la sua vita è cambiata, Isabella Misurelli di Giovinazzo (BA) ha vinto col racconto “Cipressi” la 32^ edizione del Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro” riservato a racconti inediti in lingua italiana. Il tema di quest’anno era “Dietro il paesaggio”, scelto dal poeta Franco Arminio, presidente di giuria, ricordando un altro poeta, Andrea Zanzotto.

261 sono gli scritti giunti alla segreteria del Premio da ogni parte d’Italia. Molto partecipati gli incontri svolti all’interno del programma “Trichiana Paese del Libro. Libri e Autori a Borgo Valbelluna”. L’esordio è stato sabato 9 luglio con una camminata meditativa condotta sulle alture di Malga Garda dal biologo e naturalista Daniel Lumera. I 140 posti disponibili sono stati tutti prenotati ben prima dell’evento e la passeggiata si è svolta all’insegna del bel tempo e del piacere di stare immersi nella natura. Mercoledì 27 luglio l’esperto mondiale di scienze cognitive, nonché professore emerito di psicologia all’Università di Padova, Paolo Legrenzi, ha raccontato di quanto la psicologia sia presente in ogni settore parlandoci di crema spalmabile, gel per capelli e trucchi finanziari. 

La serata si è svolta nella splendida cornice del Cortile Francescon a Mel ed è stata introdotta dall’editore Raffaello Cortina, legato da amicizia personale col Professore. Giovedì 28 luglio nella piazza di Mel è stato Paolo Rumiz a parlare di Europa prendendo spunto dal suo ultimo libro, “Canto per Europa”, un poema in cui fa rivivere, in chiave moderna, il mito della nascita del nostro Continente. 

Anche in questo caso l’amicizia è stata il collante col moderatore, il libraio Sandro Dalla Gasperina. Spostato nella Chiesa di San Pietro a Mel causa maltempo, l’incontro con Vera Gheno, sociolinguista specializzata in comunicazione digitale, doveva originariamente tenersi nella Villa Alpago-Novello a Frontin di Trichiana, dove ha sede “La Serra-Vivaio Letterario” di Chiara Alpago Novello che ha interloquito con l’autrice. Il pubblico che gremiva la sala ha molto apprezzato la verve e la simpatia della Gheno la quale, con parole semplici, è riuscita a far comprendere l’importanza di saper usare i giusti termini in determinate situazioni.

Si è così arrivati a sabato 30 luglio, con la premiazione dei 10 finalisti scelti da una pregiuria di 15 elementi. La classifica finale è stata stilata dalla Giuria, composta dal Presidente Franco Arminio, poeta, Sandro Dalla Gasperina, libraio, Daria De Pellegrini, scrittrice e poetessa, Laura Fistarol, scrittrice, Andrea Garlet, insegnante, Giuseppe Longo, docente universitario, Leo Pizzol, Fondazione Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia Štěpán Zavřel. La cerimonia di Premiazione si è svolta nella Villa Montalban Letico a Pialdier di Trichiana, presentata dalla giornalista Luisa Venturin. Al termine, Franco Arminio ha saputo coinvolgere e divertire il pubblico presente, in un reading di sue poesie.

«Ringrazio i membri del gruppo di lavoro, con l’aiuto dei quali è stato possibile organizzare il Premio anche quest’anno» commenta l’Assessore alla cultura Monica Frapporti. 

«Noi continuiamo a credere nel valore della lettura e della scrittura e il Premio Letterario Trichiana Paese del Libro è il nostro modo di testimoniarlo. Ma non ci fermiamo a questo. Durante l’anno promuoviamo iniziative di promozione della lettura, soprattutto con le scuole ma non solo. In questo ambito, nell’ultimo anno scolastico, grazie al lavoro delle nostre bibliotecarie, Veronica Menel, Marina Da Canal, Astrid Mazzola, coordinate dalla Responsabile Elena Gherlenda, sono stati realizzati incontri tenuti nelle scuole primarie, secondarie di I grado e dell’infanzia del territorio, anche grazie al finanziamento ottenuto nell’ambito del progetto di contrasto alla povertà educativa, Arcipelago dei Bambini. E sempre grazie alle bibliotecarie e a una rete di interlocutori locali, abbiamo candidato il Comune di Borgo Valbelluna per il titolo di “Città che legge 2022-2023”, promosso dal Ministero della Cultura attraverso il Centro per il libro e la lettura, speriamo che accettino la nostra candidatura! Sarà un’altra occasione per promuovere i libri e la lettura.» 

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.