800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Torneo di San Mamante

sport e appartenenza a Caleipo

Torneo di San Mamante

sport e appartenenza a Caleipo

Dopo due anni di stop forzato è tornato, e lo ha fatto in grande stile, lo storico Torneo di San Mamante organizzato dal Gruppo Sportivo Caleipo. Un weekend di sport che però non ha fatto mancare momenti di festa e divertimento con il chiosco e la cucina sempre attivi grazie ai volontari che hanno lavorato alacremente per la buona riuscita della manifestazione. Un torneo come se ne vedono pochi in Provincia, infatti il campo, situato proprio di fronte al rinomato Ristorante “La Nogherazza”, ha dimensioni tali da essere troppo piccolo per giocare in 11 contro 11 ma troppo grande per il calcio a 5, la formula di gioco storica è il calcio a 8, ogni squadra infatti, scende in campo con un estremo difensore e 7 giocatori di movimento.

Le squadra che si sono date battaglia per la conquista del prestigioso titolo sono state otto, alcune delle quali rappresentanti i paesi limitrofi, a dimostrazione del fatto che le frazioni nella Pieve castionese sono ancora attive e non mancano mai di partecipare ad eventi in cui mettersi in gioco e dare sfoggio dell’anima e del senso di appartenenza frazionale. I tempi sono cambiati e con loro anche la manifestazione si è dovuta aggiornare, ma storicamente il regolamento permetteva l’iscrizione di squadre frazionali composte esclusivamente da giocatori residenti nelle frazioni, una formula simile a quello del mondiale di calcio, dove le selezioni dei vari paesi si fronteggiavano per la conquista del tanto desiderato trofeo.

Tornando ai giorni nostri la cronaca sportiva dice che il trofeo è stato aggiudicato dal Borgo Caleipo dominando la finale contro la giovane compagine del Lilly bar imponendosi per 5–0. La finale è stata raggiunta dal Borgo Caleipo grazie alla vittoria in semifinale del derby casalingo contro il GS Caleipo per 2-0 mentre il Lilly bar, in semifinale, ha avuto la meglio sul Madeago vincendo per 4-1. Il comitato organizzatore ha inoltre premiato Alessandro Battiston (Borgo Caleipo) come miglior portiere del torneo, si è invece registrato in ex aequo per la classifica capocannoniere tra i bomber Sasha Godi (Borgo Caleipo) e Emanuele Filippin (Bar Lilly).
Edi Rossa, Presidente del G.S. Caleipo è particolarmente soddisfatto di come si è svolta questa 44esima edizione del torneo: «Dopo 2 anni di stop l’importante era ripartire e noi lo abbiamo fatto alla grande, il torneo di Caleipo è un’istituzione storica per il castionese un momento di sport e divertimento» continua il Presidente che ci tiene a sottolineare un aspetto importante «Quest’anno, come non succedeva da molto, abbiamo avuto tante squadre di giovani e giovanissimi atleti, questo è un importante segnale per il futuro della manifestazione.»

Il pensiero di Edi Rossa chiude con un auspicio: «L’intento è che dopo quest’anno di ripartenza il prossimo anno si riesca ad aumentare il numero di squadre partecipanti.» Un invito che sembra essere stato preso sul serio dai vari referenti delle frazioni che in occasione della festa serale a chiusura del torneo dibattevano già animatamente su quale potesse essere la migliore formazione per aggiudicarsi il torneo di San Mamante 2023.

Galleria Immagini

Hai bisogno di noi? Chiamaci al Numero Verde 800 038 499

Aut. del Trib. di Belluno n. 17 del 24.11.2000. Direttore Responsabile: Federico Brancaleone. Sede Legale: via Pulliere, 19 – 32035 Santa Giustina (BL) – Redazione: via degli Emigranti, 61 – 32037 Sospirolo (BL).

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.

Questo articolo sarà disponibile per la lettura online a partire da

31/08/2022

VUOI LEGGERLO SUBITO?

Corri in edicola ad acquistare l’ultimo numero de “il Veses”