800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Solidarietà rombante

motori alla conquista di Morgan a Trichiana

Solidarietà rombante

motori alla conquista di Morgan a Trichiana

Domenica 26 giugno Morgan di Trichiana, frazione di Borgo Valbelluna, ha ospitato la manifestazione “Motori e speranza a Morgan”. Mauro Sandon, capofrazione nonché presidente del Gruppo Frazionale è palesemente soddisfatto del risultato ottenuto. «Il riscontro da parte delle persone è stato davvero positivo! La possibilità di salire su alcuni mezzi come navigatore, pagando 5 euro, è stata molto apprezzata e questo ci ha permesso di raccogliere una somma consistente che abbiamo diviso in due parti: una è stata donata a “La velocità della speranza” che è l’associazione del fonzasino Enzo Slongo, che attraverso iniziative come questa raccoglie fondi per “La città della Speranza”. Per quanto riguarda l’altra metà dei soldi raccolti, ufficializzeremo la destinazione nei prossimi giorni.»

Come è nata l’idea di questa manifestazione?
«È stato Roberto Marcon, ancora in tempi pre covid, a proporre la cosa durante una riunione del Gruppo Frazionale, ma solo quest’anno siamo riusciti a concretizzarla, grazie all’impegno di tutti i membri del gruppo e all’aiuto degli Alpini e della Protezione Civile di Trichiana.»

Quanti erano i mezzi che hanno partecipato alla giornata?
«Una ventina quelli statici, esposti in varie parti della frazione, mentre quelli sui quali era possibile salire sono stati una decina, tra cui qualche auto d’epoca, una Ferrari, l’Opel da rally del pilota bellunese Brik e un prototipo. Il percorso, scelto per arrecare il minor disagio possibile, partiva dalla piazza del paese per arrivare fino alle case Battiston, a metà della salita di Talpon.»

Oltre ai navigatori paganti, so che c’erano anche dei navigatori speciali…
«Certo, anzi l’iniziativa è nata proprio per loro, per gli ospiti dei centri per persone con disabilità! È stato emozionante vederli sorridere a bordo dei veicoli, leggere l’emozione sui loro volti. La loro presenza è stata il valore aggiunto di una giornata meravigliosa!»

Visto il sole splendente, se a qualcuno fosse venuta sete?
«Era stato allestito un chiosco dove è stato anche possibile mangiare. Inoltre c’era la possibilità di assaggiare vini, formaggi e marmellate, tutto proveniente da aziende locali praticamente a chilometri zero.»

Pensate di ripetere l’iniziativa?
«Visto il successo, pensiamo proprio di sì, anche per dar modo a tutti quelli che non sono potuti salire di rifarsi! In chiusura di manifestazione c’era ancora la fila… Ora però pensiamo ai prossimi appuntamenti che attendono il Gruppo Frazionale, ovvero la collaborazione con la Pro Loco per la Festa di Melere e la festa del Patrono a novembre. Abbiamo in cantiere un progetto di carattere enologico ed escursionistico, ma non voglio sbilanciarmi troppo perché non so se riusciremo a finalizzarlo per quest’anno. Ne approfitto per ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutati in questa iniziativa e tutte le persone che sono passate a trovarci!»

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.