800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Slow Down: percorsi inclusivi

sentieri accessibili grazie al progetto di AIDP

Slow Down: percorsi inclusivi

sentieri accessibili grazie al progetto di AIDP

Si è concluso il progetto “Slow Down”, brillante iniziativa portata avanti dall’Aipd di Belluno (Associazione Italiana Persone Down). Esso ha visto numerose persone, giovani e adulte, con diverse disabilità felicemente coinvolte gli anni scorsi (fino al 2019, prima della pandemia) in una serie di escursioni nei meravigliosi territori delle nostre montagne.

L’iniziativa – realizzata grazie alla collaborazione con il Parco delle Dolomiti Bellunesi, le Guide del Parco della cooperativa Mazarol e con il coinvolgimento del Centro Diurno Ulss “Medaglie d’oro” di Feltre, l’Unione italiana ciechi e ipovedenti e Assi (Associazione Sociale Sportiva Invalidi) Onlus – ha consentito ai partecipanti di percorrere sentieri delle zone del Feltrino, della Val di Zoldo e della Valbelluna grazie a percorsi studiati e coordinati dalle Guide del Parco.

Il progetto è terminato con la presentazione a fine marzo, in un ciclo di quattro serate tra Feltre, Belluno, Cesiomaggiore e Quero, della guida escursionistica “Un Parco per tutti”, che è il riepilogo iconografico del progetto. Importante l’obiettivo perseguito dagli artefici: esplorare e sperimentare sentieri accessibili a tutti e tutte (ben 11 in totale), anche a persone con disabilità intellettive e/o fisiche e sensoriali. Durante le serate anche i ragazzi testimoni di questi percorsi hanno condiviso le loro esperienze, tra racconti e bellissimi ricordi delle avventure nei diversi territori.

La guida sarà a disposizione negli uffici turistici, nei B&B e online in versione scaricabile. «C’è anche un nuovo progetto – annuncia Vainer Lucchetta, presidente Aipd Belluno – dal titolo “Ti guido-verso un Parco accessibile per tutti”, che è il proseguimento e lo sviluppo dell’iniziativa precedente e rientra anch’esso nelle schede Cets (Carta Europea per il Turismo Sostenibile) delle aree protette». Lo scopo è valorizzare i percorsi e le strutture del Parco accessibili a tutti, testati e valutati proprio grazie al precedente progetto “Slow Down – rallentare per osservare conoscere crescere” (Azione Cets 2015-2019).

La proposta è una vacanza di cinque giornate (a giugno o settembre) che coinvolgerà due sezioni Aipd l’anno (tre ragazzi e un operatore per sezione). Coinvolti a turno, saranno i “Ragazzi in Gamba” dell’Aipd sezione provinciale di Belluno ad accogliere i partecipanti e affiancarli nelle visite turistiche, aiutandosi a vicenda nel preparare gli zaini, nel presentare i luoghi ed approfondire dal punto di vista culturale aspetti culturali e paesaggistici delle nostre zone. A collaborare ci saranno, ancora una volta, le guide naturalistiche di Mazarol, Isoipse oltre ad Isabella Pilo, guida turistica.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.