800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

S. Gregorio: rivive la scuola dell’infanzia

Numeri importanti che segnano una svolta

S. Gregorio: rivive la scuola dell’infanzia

Numeri importanti che segnano una svolta

Se vengono a mancare i piccoli alunni, in un piccolo comune, non è un buon segno. Significa che le giovani coppie si spostano altrove, magari in paesi logisticamente più comodi, o che le infrastrutture non sono adeguate. Se negli anni scorsi anche la scuola dell’infanzia “De Conz” di San Gregorio nelle Alpi aveva paventato questo rischio, oggi invece i dati in controtendenza sembrano far ben sperare anche grazie agli interventi effettuati.

«Negli ultimi dieci anni la gestione della scuola è stata senz’altro faticosa perché il numero degli studenti era diminuito, subendo il colpo della diminuzione delle nascite e inoltre, essendo l’asilo collocato in un comune piccolino, era un po’ difficile intercettare famiglie da fuori » spiega Michela Curti, presidente della “De Conz” dal 2019. «In periodi recenti si è invece registrata un’inversione di tendenza. Se con il Covid tanti asili vicini si sono ridimensionati, hanno ridotto l’orario e altri hanno addirittura chiuso, noi siamo riusciti, grazie al personale, a mantenere l’orario dalle 7,30 alle 17,30 e a garantire tutti i servizi».

Effettivamente si è registrato un aumento importante, arrivando al numero massimo di 29 alunni consentito per una classe, dovendo anche rinunciare a ulteriori iscrizioni (non però sufficienti a coprire una seconda classe). «La soddisfazione è stata grande, abbiamo coinvolto anche genitori da fuori comune, ad esempio da Sospirolo e Santa Giustina, e da tanti anni un numero così non si vedeva» spiega la Curti, che aggiunge: «Il prossimo anno, quando termineranno i lavori grazie all’amministrazione comunale, avremo anche il nido al piano superiore; speriamo questo consenta una rivitalizzazione di tutto il polo scolastico, comprese le elementari dove, per carenza di alunni, è stata necessaria la pluriclasse».

Personale motivato e molti servizi offerti, con nuove attività e laboratori, hanno fatto il resto: dalla pet teraphy con gli animali allo yoga educativo, dal laboratorio di tessitura a un’infarinatura di inglese e spagnolo. Covid permettendo, riprenderanno anche il corso di nuoto e piccole gite nei dintorni; resta garantito il trasporto gratuito col pulmino grazie ai volontari. La pet teraphy con i cani (ma anche con asini e un piccolo pony) aiuta nella gestione delle emozioni e inoltre vengono forniti consigli su come rapportarsi con l’animale, capendo ad esempio dall’atteggiamento se è arrabbiato o felice, così come lo yoga, oltre che per la fisicità, serve per il relax e per educare al rapporto e rispetto verso gli altri. Nella scuola operano due insegnanti, una collaboratrice per i laboratori, una cuoca per la mensa interna; c’è anche un giardino con un piccolo orto e, grazie ai genitori, saranno anche aggiunti nuovi giochi collocati dai volontari.

Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco Mirco Badole: «Nonostante un po’ di rammarico per i ritardi avuti, siamo comunque riusciti ad ottenere buoni risultati e garantire una certa attrattiva» spiega il primo cittadino. «Per il nido non siamo riusciti a partire quest’anno ma, una volta ultimate le piccole finiture mancanti nella struttura, saremo pronti per il prossimo anno andando dunque ad implementare l’offerta con un servizio in più».

Galleria Immagini

Hai bisogno di noi? Chiamaci al Numero Verde 800 038 499

Aut. del Trib. di Belluno n. 17 del 24.11.2000. Direttore Responsabile: Federico Brancaleone. Sede Legale: via Pulliere 19 Santa Giustina – Redazione: via Gron, 43 – 32037 Sospirolo (BL) – ITALY. 

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.