800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Ricordo di Claudio Girardini

Ricordo di Claudio Girardini

Era originario di Umin, ove si è spento a soli 73 anni lo scorso 5 ottobre, dopo una lunga incurabile malattia, il geometra Claudio Girardini. Persona amata e stimata, per oltre trent’anni ha diretto l’ufficio tecnico del Comune di Pedavena con capacità e competenza, guadagnandosi la stima di amministratori e cittadini, ma era conosciuto in tutto il Feltrino.

Da anni, da Pedavena, era tornato alla casa paterna ad Umin di Villabruna per accudire l’anziana madre poi scomparsa. Da sottolineare l’amorevole assistenza della moglie Dorina, che negli ultimi due anni si è curata di lui, guadagnandosi stima e ammirazione da tutti, esempio di amore vero. Claudio ha lasciato inoltre le figlie Francesca – che gli aveva regalato i nipotini Aurora e Samuele -, Cristina e Antonella, la sorella Maura, famigliari e parenti e una comunità affranta dalla sua prematura scomparsa.

Una grande partecipazione di amici e paesani c’è stata per l’estremo saluto a Feltre venerdì 7 ottobre. Girardini, oltre ad essere tecnico di valore, era anche appassionato di storia, cultura, cucina e gastronomia. Alla prima festa del fagiolo di Lamon vinse il “fagiolo d’oro”; è stato inoltre cofondatore della confraternita “la Caminaza” e con i tanti amici ogni anno trascorreva una settimana in Abruzzo raccogliendo manualmente le olive, poi trasformate in ottimo olio extra vergine. Il rito invernale era invece la lavorazione del maiale in quel di Facen (sempre in compagnia di amici), allevato “come ‘na olta”: era insomma un grande cultore della gastronomia e bravo, anzi ottimo cuoco. Ma un aspetto che forse pochi conoscono era anche la sua grande passione per l’arte in genere, la pittura in primis.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.