800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Riconciliazione d’autunno

una mostra in memoria di Patrizia Burigo

Riconciliazione d’autunno

una mostra in memoria di Patrizia Burigo

Nel mese di dicembre è stata allestita nelle sale del Palazzo delle Contesse a Mel, la mostra d’arte “Riconciliazione d’autunno”, dedicata alla pittrice e poetessa Patrizia Burigo, scomparsa recentemente a Belluno.

L’artista
Patrizia Burigo, artista generosa e solare, ha saputo esprimere i suoi talenti nell’arte e nella costante ricerca di rapporti umani autentici, impegnandosi al servizio della comunità, della cultura, del lavoro di insegnante di diritto che da poco aveva lasciato, andando in pensione. Laureata a Trento in sociologia, lì aveva maturato la passione politica nei movimenti studenteschi collaborando anche con il giornale satirico “La zanzara”. In seguito è stata consigliere comunale a Belluno e rappresentante nel consiglio di amministrazione della Fondazione Teatri delle Dolomiti. Nel mese di marzo era stata nominata Presidente del comitato di gestione della Biblioteca delle Migrazioni di Belluno.

Animatrice culturale sempre entusiasta, molto legata al suo paese, Cirvoi, dove viveva, era l’anima de La festa dei cortivi, in calendario ogni anno a fine primavera. Legata a Verba volant, l’associazione fondata nel 1997 da Enrico Gasperi per promuovere la poesia, la musica, la danza e il teatro, Patrizia si era s’era fatta conoscere e apprezzare in diversi reading poetici proponendo i suoi versi e la lettura di versi di altri poeti da lei amati.

Patrizia era pittrice raffinata, con le sue opere astratte, geometriche, a tratti visionarie, l’artista scombina i paesaggi, alternando realismo ad aspetti onirici. Caratteristiche queste che si ritrovano anche nelle sue poesie, per le quali ha ricevuto importanti riconoscimenti. Nel 2017 riceve in Campidoglio il premio nazionale di poesia Alberto Andronico con la silloge “Alcune donne”, nello stesso anno pubblica la raccolta “Di donne, di pietre e di altre meraviglie”.

La mostra
L’evento è stato promosso dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso (Soms) di Lentiai con la quale Patrizia aveva creato importanti legami e concordato progetti, che avrebbero dovuto essere realizzati nel 2023, legati al comune intento di creare occasioni per valorizzare la cultura artistica del bellunese e i suoi interpreti.

La mostra collettiva, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Borgo Valbelluna, ha raccolto opere di artisti della Meridiana, con i quali lei stessa aveva operato, e di altri artisti più giovani, dando all’allestimento un carattere di ecletticità. Pensata come spontaneo gesto di amicizia per Patrizia, la mostra è nata con l’intento di stabilire con lei un dialogo nella memoria, attraverso la visione delle sue opere accostate a quelle degli amici artisti.

Oltre a quelle di Patrizia Burigo, nella mostra sono state esposte le opere di Marco Bellotto, Walter Bernardi, Mauro Bianchet, Silvano Brancher, Alex Businaro, Gianni Carlin, Gianluca De Nard, Alfonso Lentini, Beppino Lorenzet, Marta Mellere, Claudio Rossi, Santorossi, Renato Scarton, Rosy Tesé, Enrico Tormen, Franco Vergerio.

L’evento
L’inaugurazione, grazie all’accurata e intensa presentazione di Paola Brunello e alla ricchezza espressiva degli interventi musicali e poetici, è stata un’occasione unica per conoscere l’artista apprezzando l’indelebile messaggio che ha lasciato nel coro degli amici artisti che hanno voluto renderle omaggio partecipando all’evento e in tutti coloro che hanno intessuto con lei rapporti e collaborazioni.

I presenti sono stati accompagnati nel mondo colorato e multiforme dell’artista, attraverso la lettura di alcuni suoi componimenti, da parte degli amici poeti Antonio Andrich, Paola Bettiol, Alice De Toni, Carla Maresia, Stefania Pillon e Alessandra Servi, parole che si intrecciate in una sfaccettatura di emozioni con le note musicali di Gianni Carlin, Vanni Roccon e Duilio Maggis.

La mostra è rimasta aperta fino all’11 dicembre, registrando un’ottima affluenza di pubblico proveniente dal bellunese e da fuori provincia.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.