800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Randonnée del vallone bellunese

Si celebra il ventennale di un impegno ininterrotto

Randonnée del vallone bellunese

Si celebra il ventennale di un impegno ininterrotto

Domenica 16 aprile si disputerà, con partenza da Pedavena, la ventesima edizione della Randonnée del Vallone Bellunese, nata nel 2004 e da allora disputatasi ininterrottamente, compreso nel nefasto 2020. La randonnée è una prova ciclistica di lunga durata e di notevole impegno fisico per i partecipanti; le distanze vanno dai 200 ai 1200 ed oltre chilometri da compiere in soluzione unica. Non è prevista una classifica di merito, ma solo l’ottenimento del brevetto per quanti riescono a compiere il percorso nei tempi stabiliti.

Il movimento
Il movimento randonneur, sviluppatosi in Italia dal finire degli anni ‘90, è diventato negli anni molto importante come numeri e manifestazioni, tanto che si è sentita l’esigenza di organizzare e coordinare le manifestazioni ed i partecipanti, creando l’Audax Randonneur Italia (ARI) che nel 2022 contava 110 Società sportive organizzatrici di brevetti e circa 1400 ciclisti iscritti. L’ARI è stata riconosciuta dalla Federazione Ciclistica Italiana (FCI) come unico organo che disciplina questa attività. ARI è inoltre la corrispondente unica per l’Italia di ACP France, creatrice ed organizzatrice della prima e più famosa randonnée del mondo, la Parigi-Brest-Parigi di 1200 km che si svolge ogni quattro anni alla metà di agosto e quest’anno conta di raggiungere gli ottomila partecipanti da tutto il mondo. Per poter partecipare bisogna aver conseguito entro fine giugno nell’anno dello svolgimento almeno i quattro brevetti di 200, 300, 400 e 600, che in Italia possono essere omologati solo da ARI.

L’evento bellunese
In questo contesto si inserisce la 200 Km del Vallone Bellunese, diventata ormai un appuntamento fisso per molti appassionati provenienti da tutta Italia. Fin da subito è entrata a far parte del calendario internazionale di ACP France e dalla prima edizione con 28 partecipanti, di cui ben 26 da fuori provincia, si è attestata negli ultimi anni attorno ai 200 partecipanti. Fa parte del Campionato Nazionale ARI, del Girorando nel Nordest (circuito del Triveneto che comprende 12 eventi) ed è prova valida per la qualificazione alla PBP (Paris–Brest–Paris).

Come nasce
Nel 2003 Rinaldo De Salvador decide di provare l’avventura della PBP (il problema è dove conseguire i brevetti per l’iscrizione perché in Italia sono pochissime le competizioni). Va così in Lombardia per la 200 km, poi in Piemonte per la 300, in Romagna per la 400, dove passa la prima notte in bici fin sulle sponde del Trasimeno. Infine la 600 ancora in Piemonte, pedalando fra gli Appennini, la pianura Padana ed il Monferrato. Vedendo il livello di organizzazione estremamente spartano, decide di provarci anche lui. Nel 2004 la prima edizione con l’appoggio di Bettini Bike di Belluno e più tardi con Due Ruote Sport di Ponte nelle Alpi. La manifestazione, crescendo, ha avuto il merito di far conoscere questo tipo di ciclismo nel Bellunese, avvicinando tanti appassionati locali, protagonisti poi di tante imprese in Italia e all’estero. Per questo motivo e per il suo nome, che geologicamente identifica il bacino che stava a sud della piattaforma dove si andavano formando le Dolomiti, i suoi percorsi non hanno mai voluto lasciare le strade della Valbelluna, del Feltrino e della conca dell’Alpago, promuovendo angoli e strade spesso sconosciuti del nostro territorio.

Gli organizzatori e l’evento finale
Dal 2019 la manifestazione è organizzata dall’UC Valbelluna, piccola ma dinamica realtà del ciclismo provinciale, con base di partenza ed arrivo presso la Birreria di Pedavena, che grazie alla disponibilità di Lionello Gorza permette una gestione logistica dell’evento di grande pregio. La prova è stata una delle poche che si sono svolte anche nel 2020 e 2021, rispettando le norme antiCovid, grazie all’impegno dell’UC Valbelluna, di ARI ed al riconoscimento da parte del CONI di prova di interesse nazionale.

In occasione del ventennale, ARI ha incaricato l’UC Valbelluna di organizzare l’annuale Meeting d’Autunno, durante il quale si terrà l’Assemblea per il rinnovo quadriennale del Consiglio Direttivo e saranno premiati i campioni nazionali ed i vincitori dei vari circuiti regionali. Tutta l’Italia delle randonnées sarà ospite il 18 e 19 novembre alla Birreria Pedavena.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.