800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Progetto Noi e gli Altri

adozioni a distanza nella scuola di Limana

Progetto Noi e gli Altri

adozioni a distanza nella scuola di Limana

Da qualche giorno nella scuola primaria di Limana aleggia un gradevole profumo di cannella. La maestra Antonella, seguita da volonterosi alunni con borse e borsoni, passa di classe in classe spingendo un carrello con un forno a microonde poggiato sopra. Ma chi pensa che a scuola siano in preparazione focacce o crostate si sbaglia di grosso! Non è la farina la materia prima a finire nel forno, ma la glicerina. Sono le saponette le protagoniste assolute in questo periodo in tutte le classi! Saponette odorose e trasparenti, realizzate dai bambini armati di stampini e coltelli. La vendita delle saponette confezionate in modo creativo e originale, permette di ricavare la quota necessaria a coprire l’adozione a distanza di Fabino, un ragazzo del Madagascar di 16 anni. Grazie al sostegno reso dalla scuola, in collaborazione con l’associazione Insieme si può, egli può avere accesso ad un’istruzione, e così ad avere assicurato un futuro e a costruirsi una vita autonoma e dignitosa.

I bambini svolgono il loro compito con vigore ed impegno perché, oltre ad occuparsi di un’attività piacevole e diversa dal solito, hanno la consapevolezza che il loro lavoro ha una finalità di grande valore etico. Analogamente gli insegnanti conoscono il valore della solidarietà perché ritengono sia alla base dello sviluppo di ogni personalità e di una società armoniosa, basata sui valori della condivisione e della cooperazione.
Ma che cos’è
un’adozione a distanza?
Si parla spesso di poveri del mondo, dove purtroppo la povertà, l’emarginazione, le guerre e le ingiustizie sociali vanificano i diritti fondamentali che dovrebbero essere garantiti a tutti i bambini del mondo: la salute, il cibo, l’istruzione, l’educazione, l’infanzia. L’adozione a distanza, conosciuta anche come sostegno a distanza, è una forma di donazione periodica e continuativa finalizzata a un progetto di solidarietà specifico, che consente appunto di diventare una sorta di sponsor a distanza per un determinato bambino o bambina.

Ognuno di noi, con un impegno economico modesto, può avviare un’adozione a distanza così da offrire a un bambino la possibilità di crescere, di avere cibo, acqua potabile e un’istruzione adeguata. I passi necessari per intraprendere un’adozione sono:

Scegliere un’organizzazione umanitaria di cui ci si fida
Contattare l’organizzazione, compilando un modulo di attivazione dell’adozione a distanza
Appena lo riceve, l’organizzazione sceglie il bambino o la bambina da assegnarci e ci invia a casa la foto e le informazioni sulla sua vita e sulla sua comunità
A questo punto noi scegliamo la frequenza con cui vogliamo donare: a cadenza mensile, trimestrale, semestrale, ecc. E scegliamo anche la modalità: se preferiamo attivare il Rid (la domiciliazione bancaria) per non scordarci di fare il versamento, oppure il bollettino postale oppure ancora il bonifico, e qualsiasi altro metodo di versamento che l’organizzazione ci mette a disposizione

Fatto ciò l’adozione a distanza è attiva: contribuiremo a migliorare la vita di un bambino, consapevoli che sono i piccoli gesti che rendono grande l’uomo.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.