800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Progetto all’avanguardia per il riuso

Mi a Ti, Ti a Mi

Progetto all’avanguardia per il riuso

Mi a Ti, Ti a Mi

Sedici anni fa, nel vicino e già lontano 2007, un gruppo di volontari iniziò a pensare al “riuso” come soluzione concreta per aiutare le famiglie, aprendo il centro di scambio “Mi a Ti – Ti a Mi”. Si tratta di uno dei progetti dell’Associazione “Giovanni Conz”, realtà impegnata nel sostenere i giovani e le famiglie della provincia di Belluno attraverso diverse iniziative. Prima che i termini “riutilizzo”, “upcycling”, “sostenibilità” diventassero una semplice moda per alcuni ed una consapevolezza molto chiara per altri, il centro di scambio rappresentava una sorta di “economia circolare”, che doveva consistere in un aiuto pratico per le famiglie.

La storia del progetto è nata dal desiderio di trovare un modo per dare nuova vita a indumenti, giochi e attrezzature per bambini che altrimenti sarebbero stati gettati via prima del loro ciclo di utilizzo compiuto. «Da subito abbiamo posto una grande attenzione nel recuperare il valore dei beni, non solo in termini economici» spiega la coordinatrice Paola Mezzavilla. «È un grande orgoglio poter dire che, nel nostro piccolo, abbiamo anticipato quella che è oggi una scelta ecologica di scambio, solidale, orientata verso logiche opposte al sistema consumistico».

Il Centro “Mi a Ti – Ti a Mi” si trova a Sedico in viale Trieste n° 9 ed è aperto il giovedì mattina dalle 9 alle 11, il venerdì pomeriggio dalle 16 alle 18 e il sabato mattina dalle 9.30 alle 11.30.

Ad oggi sono 14 le volontarie che garantiscono l’apertura, ma anche l’organizzazione del Centro, attraverso la cura dell’ambiente, l’esposizione, il cambio stagione, il controllo delle cose che vengono portate e i contatti con gli altri centri presenti sul territorio. Tra loro Constanza Hepp, che dice: «Partecipare alla vita del Centro, portando e prendendo oggetti, dando un po’ del proprio tempo come volontari, significa essere partecipanti attivi di un cambiamento molto importante per la nostra società e per il nostro pianeta. Con un piccolo gesto possiamo rovesciare le logiche legate al consumo e allo spreco dell’usa e getta e affrontare la sfida del riuso».

Tutte le attività dell’Associazione “Giovanni Conz” sono descritte online nel sito e nella pagina Facebook dell’ente di volontariato, che di recente ha aderito al “Progetto Ri-uso”, un’iniziativa parallela al centro di scambio “Mi a ti – Ti a mi” nata da un’idea di Fablab in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Sedico.

«Un progetto che rappresenta una possibilità per tutti da cogliere e coinvolge sette associazioni nel recupero di oggetti funzionanti e in buono stato come computer, schermi, dispositivi audio, attrezzatura per officina e giocattoli, ecc.», conclude Mezzavilla. «Grazie alla disponibilità del gestore della raccolta dei rifiuti Valpe Ambiente si è attivato all’ecocentro comunale di Sedico un centro del riuso, aperto il pomeriggio ogni secondo sabato del mese: gli oggetti possono venire consegnati ai volontari delle diverse associazioni prima di essere scaricati all’ecocentro».

A questo progetto abbiamo dedicato un articolo proprio nel numero scorso.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.