800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Pro Loco Trichiana

nuova presidenza: De Bona passa il testimone a Brancher

Pro Loco Trichiana

nuova presidenza: De Bona passa il testimone a Brancher

È Mauro Brancher il nuovo e diciottesimo presidente della Pro Loco di Trichiana, fondata nel 1967. Il neoeletto ha 33 anni e fa parte della Pro Loco di Trichiana da ben quindici anni, di cui dodici spesi da vicepresidente e una buona parte spalla a spalla con De Bona.

Molto sentito il momento delle votazioni avvenute martedì 30 gennaio, a cui hanno presenziato trenta consiglieri, con solo due assenti giustificati. Brancher è stato eletto quasi all’unanimità con ben ventotto voti. La struttura del Consiglio resta per una gran parte invariata, con qualche novità: Chiara Balzan si riconferma vicepresidente, insieme al nuovo eletto ventottenne Gianluca Schiocchet, che ha già esperienza in associazione e nell’organizzazione di eventi. Alla tesoreria è stato eletto Massimo Costan Zovi, mentre viene riconfermata Giulia Da Ros per la segreteria del Consiglio. Colpisce l’età media degli eletti, che è di 44 anni: un gruppo che per una buona parte è di under 40 – il più giovane ha 19 anni -, in controtendenza con l’aumento dell’età dei volontari presenti sul territorio bellunese e non solo. «In Pro Loco trovi sempre un’opportunità di crescita. Si possono proporre nuove idee e mettere del proprio, formandosi all’interno di un gruppo di pari. È per questo che tanti ragazzi entrano, perché qui trovano il loro posto» spiega Brancher.

Nonostante la recentissima elezione, non si perde tempo: sono già partiti i lavori con un gruppo di ragazzi e ragazze giovanissimi per rafforzare la parte di comunicazione, digital marketing e social media. «Inoltre, lavoreremo divisi per commissioni per concentrarci ancora di più» continua il neopresidente. «È una modalità già consolidata negli anni, che ci permette di dividerci i compiti e lavorare in modo agile ed efficace. Ogni evento avrà una commissione ristretta e, in caso di eventi grandi come la festa di Melere, anche dei sottogruppi di lavoro.» E conclude: «Vorrei ringraziare il Consiglio per la fiducia: la scelta di candidarmi è nata proprio grazie alla fondamentale spinta e al supporto di tutto il gruppo.»

Mauro succede a Davide De Bona, presidente dal 2017, che passa quindi il testimone dopo ben 7 anni alla guida. «Avevo 30 anni quando sono stato eletto – racconta l’uscente De Bona -, 18 quando sono entrato a far parte del consiglio Pro Loco e solo qualche mese di vita quando ho partecipato alla mia prima festa a Melere. Prima delle elezioni del 2017 non avrei mai pensato di poter fare il presidente, e così a lungo.» Insomma, più di metà vita passata in Pro Loco. Un impegno non da poco quello del presidente, come ci spiega De Bona, che in 7 anni conta una media di 500 ore di volontariato all’anno, 180 giorni di manifestazioni, 1200 polente cucinate e chissà quanto altro. «Il momento di lasciare il posto al mio successore è arrivato e lo dico con immensa “buona tristezza”, nel senso che so che è ora di cedere il timone a un nuovo capitano della nave, come diciamo in Pro Loco.»

Un grande gruppo di amici prima di tutto, ma anche di persone con grandi capacità, amore e dedizione per il proprio territorio. «Voglio ringraziare le varie amministrazioni comunali succedutesi, che ci hanno sempre supportati, ma soprattutto gli altri volontari, coloro che occupano il loro tempo a titolo gratuito per fare qualcosa per gli altri, e vengono ricompensati con complimenti e “grazie”, il più grande pagamento che possiamo ricevere. Ringrazio di cuore consiglieri e collaboratori, sia quelli che non ci sono più e che hanno lasciato grandi insegnamenti, sia quelli che sono sempre in prima linea, come l’indaffaratissima segreteria e i vicepresidenti che mi sono sempre stati accanto in ogni modo. Non per ultima, la mia famiglia, sempre comprensivi e pronti a gioire con me e confortarmi quando ce n’era bisogno.» Conclude De Bona: «Mauro è stato sempre al mio fianco come vicepresidente, sa benissimo come si manda avanti una Pro Loco e gli auguro un buon lavoro. Avrà tutto il mio sostegno e aiuto in Consiglio, dove resterò ma nelle nuove vesti di consigliere.»

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.