800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

PREMIO INTERNAZIONALE BELLUNESI CHE HANNO ONORATO LA PROVINCIA IN ITALIA E NEL MONDO

PREMIO INTERNAZIONALE BELLUNESI CHE HANNO ONORATO LA PROVINCIA IN ITALIA E NEL MONDO

Sedico, terra che ha visto generazioni di concittadini emigrare in ogni angolo del mondo, ha ospitato la XXII edizione del premio internazionale “Bellunesi che hanno onorato la provincia in Italia e nel Mondo”; la cerimonia si è svolta sabato 26 novembre nella Chiesa di Santa Maria Annunziata. Il premio, organizzato da Provincia di Belluno, Associazione Bellunesi nel Mondo e Rotary Club di Belluno, Feltre, Cadore-Cortina ha previsto tre riconoscimenti principali riservati ai Bellunesi emigrati in Italia e nel mondo e ai loro discendenti, che mantengono vivo il legame con la terra delle radici, e assegnato a personalità che si sono distinte in settori diversi.

Per il settore economico, imprenditoriale e professionale, è stato premiato Dario Olivier
Nato a Forno di Zoldo, inizia, giovanissimo, a lavorare nelle gelaterie di famiglia a Witten. Nell’associazione dei gelatieri artigiani in Germania (Uniteis) si distingue per dinamismo, competenza e passione e ricopre varie cariche tra cui, dal 2012 al 2021, quella di presidente. Nel 2021 è coordinatore della Mig (Mostra internazionale del gelato) e dal 2016 è nel consiglio d’amministrazione dell’Ente Longarone Fiere.

Per il settore istituzioni,
arte e cultura il premio è andato ad Andrea Da Ronch e Linda Sasset
Da Ronch, originario di Sedico, si è laureato in Ingegneria aerospaziale al Politecnico di Milano. Oggi è professore associato in Ingegneria aeronautica all’Università di Southampton, una delle migliori università del mondo. I suoi contributi nel campo della ricerca aeronautica sono stati riconosciuti da vari premi, il più importante dei quali è quello dell’Associazione americana di aeronautica ed astronautica. Linda Sasset, originaria di Sedico, si è laureata prima in Biotecnologie sanitarie e poi in Biotecnologie mediche. Nel 2015 si è trasferita a New York dove studia il ruolo di una particolare classe di lipidi, gli sfingolipidi, nelle malattie cardiovascolari e nel diabete. I suoi studi stanno aprendo la strada a nuove terapie per l’ipertensione.

Per il settore sociale e solidaristico il riconoscimento è andato a Giuseppe Lauria Pinter
Nato a Belluno, dopo la laurea in Medicina e Chirurgia e la specializzazione in Neurologia, ha trascorso un periodi di formazione e ricerca a Baltimore (USA) e a Barcellona. Direttore dell’Unità operativa complessa Neurologia 3 dal 2013 e direttore del Dipartimento di neuroscienze cliniche dal 2016, nel 2021 è stato nominato dal Ministero della Salute direttore scientifico della Fondazione Irccs Istituto Neurologico “Carlo Besta”. È professore ordinario di Neurologia dell’Università di Milano dal 2018. La sua ricerca è focalizzata sulle patologie del sistema nervoso periferico, dolore neuropatico e Sla.

Il premio speciale “Barcelloni Corte – De Martin Modolado” è stato assegnato alla famiglia De Bettin
I fratelli De Bettin (Francesco, Raffaele, Stefano e Daniele) sono i fondatori, nel 1991 a Santo Stefano di Cadore, dello studio di ingegneria e architettura “De Bettin Associati”, dal 1993 Dba Group, innovativa società di ingegneria in ambito civile, impiantistico ed infrastrutturale. Dal 2005 si occupa anche di automazione dei processi di gestione del ciclo di vita di opere ed infrastrutture.

Il riconoscimento alla memoria
invece è andato a Anna Coletti e Giuseppe Deon di Belluno, Marino Bez di Longarone, Luciano Celato di Lucerna, Denis John Secco di Seren del Grappa, Franco Sponga di Limana, Gianni Arboit di Arsié, Debora Geremia di Taibon Agordino, Rino Dal Farra di Alpago, Giuseppe Dal Molin di Santa Giustina, don Mario Carlin di Sedico, Camillo Moro e Renato De Paris di Trichiana.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.