800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Palio di Feltre 2023

Attesa la sfida storica dei quattro quartieri

Palio di Feltre 2023

Attesa la sfida storica dei quattro quartieri

Si rinnova di anno in anno un momento molto significativo della storia di Feltre: la sua dedizione alla Serenissima Repubblica che avvenne con la consegna delle chiavi della città e il bastone bianco simbolo di dominio, da parte di Vittore Muffoni a Bartolomeo Nani, avvenuta il 15 giugno 1404 con il consenso di tutti i cittadini. Allora (come ricorda il Cambruzzi nel secondo volume della sua “Storia di Feltre”, pp 58-59) con pubblico decreto si ordinò che “ogni anno in avvenire si solennizzasse quel giorno con feste, tripudi popolari, processione di tutti gli ordini della città” e col correre un palio di 15 ducati d’oro.

La manifestazione fu interrotta nel periodo napoleonico e ripresa nel 1979 ma senza la corsa dei cavalli che fu introdotta soltanto nel 1986. L’occasione fu l’insieme delle celebrazioni per ricordare i 600 anni della nascita di Vittorino da Feltre.

Da allora, ogni anno, il primo fine settimana di agosto, i quattro quartieri della città (Castello, Duomo, Port’Oria e Santo Stefano) si sfidano per la conquista del drappo d’autore su cui sono cuciti i 15 ducati d’oro.

Per il 2023 i festeggiamenti iniziano il 29 luglio con il Virtual Palio, con la presentazione dell’evento e con la sfida delle Cernide, ma il cuore del Palio comincerà a battere fortissimamente con l’inizio delle gare. Il primo appuntamento è per la sera del 5 agosto, quando, in piazza Maggiore, dopo la cerimonia di dedizione e l’ingresso dei cortei storici dei quartieri, avrà inizio la gara del tiro con l’arco, a cui seguirà la corsa a staffetta. Le due competizioni saranno intervallate dall’esibizione del Gruppo Sbandieratori Città di Feltre.

Dentro le mura si ritroveranno migliaia di spettatori che si faranno partecipi di uno spettacolo entusiasmante lungo il percorso di piazza Maggiore, via Paradiso e via Mezzaterra per riapprodare in piazza Maggiore: una fantasmagoria di colori, di bandiere, di tamburi rullanti, a sottolineare l’entusiasmo dei contradaioli per la conquista dei primi punti verso l’obiettivo finale.

Seguirà una notte di attesa e di tensione. Poi il primo appuntamento della domenica: alle 10.30, presso la Cattedrale di San Pietro per la santa Messa, presieduta da Monsignor Renato Marangoni, Vescovo di Belluno-Feltre, alla quale seguiranno la benedizione solenne del Palio e dei cavalli e la sfilata del piccolo corteo storico.

Ed ecco, a partire dalle ore 15.30, il tanto atteso pomeriggio della festa che inizierà con la sfilata del corteo storico, con partenza da Campo Giorgio verso la storica meta di Pra’ del Moro. Sarà il tempo della terza gara, il tiro alla fune, in attesa dell’ultima, la corsa dei cavalli, certamente il momento più emozionante per i quartieri e per gli spettatori.

La consegna del Drappo del Palio 2023 (realizzato dal fumettista, vignettista e autore satirico Francesco Tullio Altan) al Quartiere vincitore concluderà l’evento 2023, aggiungendo altre note significative alla memoria storico-artistica e culturale della città.

Una memoria che fonda le proprie radici nelle vicende medioevali della città di Feltre e che in queste 45 rievocazioni (dal 1979 ad oggi), grazie alla tenacia, alla collaborazione, al coraggio, all’impegno di “mente e cuore” dei tanti, tantissimi volontari ha saputo conseguire con continuità, capacità di rinnovamento, tenacia e dedizione risultati insperabili, trasformando la manifestazione agostana nella più importante e significativa per la città e non solo. «Il Palio – ha dichiarato il presidente Eugenio Tamburrino -è prima di tutto una grande festa cittadina e in questo senso abbiamo voluto declinare la nostra idea della manifestazione, divenuta negli anni un vero e proprio patrimonio di tutti i Feltrini. Il Palio porta con sé diversi e complementari significati, siano essi culturali, folkloristici, agonistici e soprattutto sociali; l’insieme di tutte queste esperienze rappresenta veramente una caratterizzazione di Feltre e del suo territorio e un valore aggiunto da non disperdere e, anzi, da enfatizzare».

Abbiamo citato soltanto gli appuntamenti più significativi, ma, nelle varie giornate, se ne aggiungono numerosi altri, come il mercatino medievale, spettacoli itineranti, la Ludoteca e tante altre iniziative per gli ospiti anche più giovani.

Il programma completo ed ogni altro approfondimento è reperibile all’indirizzo internet: www.paliodifeltre.it/programma-completo/

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.