800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Noi nella realtà

20 ragazzi coinvolti nel volontariato estivo

Noi nella realtà

20 ragazzi coinvolti nel volontariato estivo

I

l progetto “Noi nella realtà” viene proposto dal Comune di Sospirolo, in collaborazione con il Csv Belluno Treviso, ormai da 14 anni, con lo scopo avvicinare i ragazzi dai 14 ai 18 anni al mondo del volontariato. Il progetto consiste nel partecipare alle attività di un’associazione locale per un totale di 40 ore, dove i giovani volontari possono provare sulla propria pelle cosa voglia dire impegnarsi per la comunità. 

Quest’anno le associazioni aderenti sono state il Gruppo Alpini di Sospirolo, il Centro studi della montagna sospirolese (Csms) e l’Associazione culturale Veses, accogliendo una ventina di ragazzi che si sono mostrati entusiasti di partecipare.

Parlando con due dei ragazzi partecipanti si ha un riscontro alquanto positivo: Chiara, ad esempio, che ha partecipato sia con gli Alpini che con il Csms, racconta che l’esperienza è risultata molto educativa grazie alle spiegazioni dettagliate dei volontari adulti a proposito di attrezzi pericolosi e manovre delicate da utilizzare durante alcuni lavori, come la manutenzione del verde e la cura della sentieristica, mentre Nicola ci racconta di come sia grato ai volontari del Csms per avergli fatto conoscere meglio il territorio dove vive. 

Entrambi i ragazzi hanno detto di voler continuare a partecipare al progetto e magari, una volta compiuti i 18 anni, unirsi alle associazioni citate, come hanno fatto negli anni scorsi molti altri ragazzi sospirolesi.

L’assessore alla cultura e politiche giovanili Karin Casaril, insieme al consigliere Sara Viel, afferma che ritiene molto importante questo progetto per il coinvolgimento dei ragazzi alle attività locali e, non in minor misura, per la possibilità di ampliare la partecipazione alle associazioni del posto. 

«Come piccolo segno di ringraziamento, oltre ai crediti formativi, ogni anno viene regalato ai ragazzi un buono, ma, oltre a questo, vedo come i ragazzi partecipino con entusiasmo reale, vero e tangibile alle attività proposte e spero che questo progetto continui per molto tempo perché meritevole e perché i giovani possano mettersi in gioco e provare cosa voglia dire realmente essere coinvolti nella vita locale» dichiara l’assessore Casaril.

In una videoconferenza anche il referente del Csv Paolo Capraro esprime la sua gioia nel vedere molti giovani che impiegano il loro tempo per la comunità: «Il tempo è il bene più prezioso che abbiamo e faccio i complimenti a tutti voi giovani che avete deciso di mettervi in gioco» afferma Capraro.

Le opere di queste associazioni sono indispensabili per il nostro territorio perché sono proprio loro che lo tengono vivo attraverso pulizia, manutenzione e promozione, ma senza volontari non è possibile portare avanti le attività ed è proprio per questo che il progetto “Noi nella realtà” aiuta sia le associazioni che i giovani a crescere, le prime in numero e i secondi in competenze. 

Infatti una delle cose più belle di questo progetto è che c’è uno scambio reciproco di idee e competenze tra diverse generazioni che parrebbero non avere nulla in comune, ma è proprio grazie al rapporto intergenerazionale che si arricchisce il bagaglio culturale di ognuno. 

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.