800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Noi de Formegan

Un’idea “social” dai risvolti umani

Noi de Formegan

Un’idea “social” dai risvolti umani

I social sono davvero un fenomeno globale che interessa tutte le età e attrae tante generazioni, specie i gruppi spesso organizzati territorialmente. In Facebook – l’antesignano dei social creato nel 2004 da Mark Zuckerberg – gli abitanti di Formegan e dintorni si sono letteralmente scatenati a “postare” foto storiche di persone e luoghi nel gruppo “Noi de Fomegan”.

Un successo inaspettato per i due amici ideatori Orazio Zanin e Sergio Marian. “fomeganesi” doc. Questa iniziativa è partita durante il periodo pandemico, quando erano inibiti i contatti sociali in presenza e spingeva la gente a cercarsi nel web.

Le brillanti idee spesso nascono in momenti più impensati: «Stavo portando la carta all’isola ecologica quando, davanti alla vecchia macelleria Minella, guardo l’insegna ancora evidente sopra la porta e rifletto sulle tante attività commerciali che si affacciavano sulla piazza. Mi si è accesa la lampadina e, in pochissimo tempo, ho fatto un censimento mnemonico, giungendo a un conteggio di oltre 37 attività nella parte di sopra e altrettante in quella di sotto. Ovviamente lo spartiacque di Formegan è la linea ferroviaria che da oltre un secolo separa così in due parti della frazione» spiega Orazio detto “Acio”.

«All’inizio lo scopo era di creare un archivio fotografico di queste attività, per ricordarle per sempre, galvanizzati dalla consapevolezza che questo “tempo fermo” non doveva essere sprecato, anzi diventare utile per creare un qualcosa di buono per la comunità».

Orazio coinvolge da subito l’amico Sergio, che, dopo l’adesione entusiastica del primo minuto, si ritira. «Non sono fatto per bussare alle porte delle case a chiedere foto, quindi ho declinato l’invito – ci spiega Sergio – poi, quando la gente mi fermava per strada per invitarmi a farlo, allora ho preso coraggio».

Da quando è partito, nel mese di marzo 2021, il gruppo pubblico è seguito da 591 membri iscritti e 42 amici, aperto non solo a gente di Formegan, ma anche alle frazioni vicine. «Emozionante è vedere famiglie lontane come i Da Lan e i Bortot dagli Usa che dialogano e “postano” foto; un modo davvero speciale per tenerli uniti alla loro terra natìa – continua Sergio – oppure leggere i commenti di foto inserite da parenti o amici di un tempo, rivivere vecchie emozioni o amicizie; davvero una esperienza arricchente. Personalmente questa attività mi sta aiutando a riacquistare la memoria, la conoscenza di fatti, mi sta facilitando a riavvicinare persone che avevo perso di vista, a causa del mio lavoro svolto per tanto tempo lontano da casa». Il gruppo può fregiarsi già un migliaio di foto che i due amministratori archiviano in cartelle organizzate per famiglia. «Sono riuscito a interessare anche Stefania, la nipote del famoso calciatore dell’Inter Bruno Petroni; questi si sposò con una ragazza di qui e d’estate alloggiavano dalle “Beluse”» racconta Acio.

«Un aspetto davvero molto bello che stiamo vivendo è quello sociale, in particolare con le persone più anziane. Frequentando le case per trovare le foto, commentando le immagini, nascono dei momenti indimenticabili per noi, importanti per le persone che si sentono apprezzate; in questo modo intanto facciamo anche un po’ di compagnia, anche con delle semplici “ciacole”. Salutiamo contenti e ci diamo un arrivederci, momenti che ti sollevano il cuore e l’anima». Questo è vero Social!

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.