800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

‘Na onta e ‘na ponta

discorendo de Nadal

‘Na onta e ‘na ponta

discorendo de Nadal

Cossa se pòdelo scriver ntel 2021 sul Nadal? Parlone de mus-cio, che par che no se posse pì ciorghen su, opur del sporc che al porta entro par le case? Parlone de presepio o de pastor? Ma se le statuine le é ndate tute fora corso o fora moda da ani! Al pastor col capriol mort sule spale no se pol pì méterlo, parché son deventadi tuti animalisti e i tosatèi no sta ben che i vede ste robe! Quela che lava ntel mastèl no la centra pì gnint e comunque na lavatrice sul presepio al posto del mastèl no la vederìe. Come che no me par che starìe ben i termosifoi ntela capana al posto del’àsen e del bò, anca se i è completamente fora corso. Anca al pastor indenocià dò davanti ala capana no savon pì se l’è chèt in tera o cossa che ‘l fae su quela strana posizion. Che i àbia da operarghe an denòcio?

Alora parlon de… Gesù Bambino!
De chi? Ma se l’è ormai ani che al so posto al è rivà Babbo Natale, che te ghen cata doi/tre in ogni supermercato e pronti a regalarte de tut! Gesù Bambino al massimo al te portèa sìe pastèli “Giotto” e poc altro. Si ma varda che ghe n’è anca n’altro Gesù Bambino; quel che i diss che l’è an Dio fat carne e vegnést… Pian, calma co’ sti discorsi an cin fora moda che, anca ntele scole, ancoi bisogna esser atenti co’ sti conceti de religion, parché l’è giusto (e l’é giusto) rispetar tuti i “Credo”! Ma alora parlone de che sto Nadal?

Mi parlerìe comunque de presepio e, parché al sìe pì ala moda possibile, al posto dei pastor soliti che pian pian i ha stufà, ghe posterìe tanti de imigrati! Femene, qualche una anca incinta, giovinoti de vinti ani e tanti, tanti tosatèi. No ocor gnanca dotarli de impreste come mastèi, lavèl, zhest de frutta, zhest de panesèi sula testa o gnèi sule spale come i pastor dela tradizion. No, no serve tuti sti arte parché lori, i imigrati, no i se porta drio gnint o mèjo… solche la Speranza, ma quela se la vét solche se te i varda ntei òci!

Ma dove le trovone le statuine de sti imigrati? Eh, questo a dir la verità l’è an problema gross. Statuine de persone trasandade, trascurade, magre e straolte dale strachézhe dei viadi in mar, quele no le è ancora in produzion parché a ciorle in man e vardarle, le ne creerìe problemi de coscienza che pensieri ghen’avon già abastanza! Mèjo ndar avanti co’ la produzion de figuri dale zhiére preistoriche che no te sa se i è òmi, animai o minotauri, tant i è bruti e con tinte color mal de panzha da paura! Eh si, adèss ai nostri bocéte ghe piass queste statuine. Sti personagi moderni son noi che ghe i avon fati piàser parché, no rapresentando gnint, no i te interpela e no i te fa domande.

Proposta
Sicome che statuine de imigrati on dit che se stenta a trovarghen, podòn insegnarghe ai nostri boce a disegnarle o ritajarle col cartoncin. Se trata de robe semplici: barchete che someja carét e carghe de tante testine che passa su; qualche una rebaltada sot sora e po’ mame, giovinoti e tosatèi senza gnint. Al posto del mus-cio… al mar.
Ma, dove i mandone se no avon pì posto? Tranquili; no serve che i mandone da nessuna parte che la strada i la ha in mente da quando che i è partidi. I va de so posta verso la grotta, verso dove che ghe par de veder ciaro, verso na Speranza! E se no volon ritajarghe al Gesù Bambino come simbolo de Speranza o de luce – parché al ne inzherpediss la coscienza che no savon pì se creder o no – al so posto disegnonghe an sol bel grant come la so Speranza. Al Nadal al riva co’ ‘l solstizio d’inverno e cioè co’ ‘l primo pass de ‘n sol che par sìe mesi continui al se ingrandirà.

“A Nadal an pass de ‘n gal”
Così al diss an proverbio nostran parlando del sol. Eco, provon farlo anca noi sto an, sto primo passét e se volon conzharlo con qualcosa de pì tangibile bèn, no ghe n’è che l’imbarazzo dela sielta. Donazion, adozion a distanza che dà na man a tosatèi, par magnar e studiar ntel so paese senza che ghe toche far far an mucio de chilometri in zherca del ciaro. Eco, an gesto che ne toche ntel borselin, che ne crée anca an cin de brusor de stomego ma che, ala fin, al ne fae sentir pì boni almanco par an dì.
Doman a San Stèfen riprenderon a discuter sule problematiche del’emigrazion e dei imigrati; problemi che se strassìna dai tempi de marco-caco! Ma de questo torneron a parlarghen doman, al vintisìe. Ancoi no, ancoi l’è Nadal e volon tuti sinceramente esser an cin pì boni che in fondo no ne costa gnint, o poc. Ghe n’è ancora tant Nadal da celebrar anca ntel 2021 e ancora tanta forza e generosità par farlo. Cerconlo insieme sto Nadal e… al troveron de segùr!

Galleria Immagini

Hai bisogno di noi? Chiamaci al Numero Verde 800 038 499

Aut. del Trib. di Belluno n. 17 del 24.11.2000. Direttore Responsabile: Federico Brancaleone. Sede Legale: via Pulliere 19 Santa Giustina – Redazione: via Gron, 43 – 32037 Sospirolo (BL) – ITALY. 

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.