800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Mobilitazione a Belluno

per la difesa della sanità pubblica

Mobilitazione a Belluno

per la difesa della sanità pubblica

Sono le due del pomeriggio del 28 ottobre, un sabato inondato di sole. Alla spicciolata arrivano al piazzale della stazione di Belluno folti capannelli di persone. Le bandiere garriscono al vento, striscioni di associazioni, sindacati, gruppi culturali e molti cartelli gridano in modo perentorio che la salute è un diritto e non un lusso riservato a pochi. Il corteo si avvia in modo ordinato e pacifico e giunge in piazza Duomo dove, davanti alla Prefettura, è stato allestito il palco per gli interventi.

Si contano più di 4000 presenze che chiedono dignità e più risorse per la sanità pubblica del territorio. La provincia di Belluno, nella sua complessità, ha visto negli anni la chiusura di reparti, la carenza di servizi indispensabili, la mancanza di medici di base e liste di attese sempre più lunghe. A gran voce i cittadini veneti chiedono il rispetto dell’art. 32 della Costituzione: il diritto alla sanità pubblica. Il senatore Andrea Crisanti, partecipe alla manifestazione, ricorda che il Governo e la Regione dovrebbero mettere più risorse nel pubblico, nelle tecnologie che abbatterebbero le liste d’attesa e nell’accessibilità delle case di comunità che eviterebbero il sovraffollamento dei Pronto Soccorsi.

Altra questione importante è quella della prevenzione e della diagnosi precoce: molti studi scientifici hanno dimostrato che un’attenta promozione della salute può ridurre l’incidenza delle malattie e la mortalità. I costi per il Servizio sanitario nazionale e per la società sarebbero sicuramente inferiori e verrebbe inoltre favorito il mantenimento del benessere e della qualità della vita.

Il futuro della nostra salute passa per modelli organizzativi più aderenti alle necessità di ogni cittadino, in particolare delle persone più fragili, perché come afferma Gino Strada: “Essere curati è un diritto universale, ed è conveniente per la società che venga tutelato nell’interesse di tutti”.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.