800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Mercatini di Natale a Frontin

L’inedita proposta dei giovani Laura e Patrick

Mercatini di Natale a Frontin

L’inedita proposta dei giovani Laura e Patrick

La tradizione dei mercatini di Natale risale a moltissimo tempo fa, a quando non era possibile fare acquisti nei grandi centri commerciali, ma c’era la necessità di aspettare grandi eventi, fiere specifiche che si tenevano in periodi particolari dell’anno come l’Avvento.

Le origini dei Mercatini
La loro nascita pare abbia avuto origine attorno al 1400 nei territori compresi tra la Germania e l’Alsazia. Ci sono, infatti, testimonianze storiche che i primi mercatini abbiano avuto luogo a Strasburgo, Dresda e Norimberga.
I primi avevano il nome di mercatino di San Nicola, essendo organizzati intorno alla festa del santo (6 dicembre). Con la riforma protestante (1517) e il conseguente abbandono del culto dei santi prese il nome di Christkindlmarkt cioè Mercatino del Bambino Gesù. Il primo mercatino in Italia è arrivato negli anni 90 a Bolzano, ma, ad oggi la tradizione si è diffusa in tutta Europa.

La prima avventura a Frontin
A Trichiana, due giovani, Laura e Patrick, hanno avuto l’idea originale di far nascere un mercatino nello splendido parco del loro ristorante “Ca’ de l’art” ( ex Busa del Tor) di Frontin, avviato da pochi mesi. Oltre alla ristorazione, i giovani si sono già attivati con l’idea del mercatino: vi si possono trovare prodotti locali e tipici del territorio, oggetti di artigianato, specialità gastronomiche, articoli legati al Natale.

Anche il Comitato dei genitori di Maras di Sospirolo ha accolto con piacere l’invito a esporre i lavoretti delle mamme e dei bambini della scuola dell’infanzia. Un modo simpatico e coinvolgente di contribuire al funzionamento ottimale della loro scuola.

Un altro aspetto significativo da sottolineare è l’attenzione riposta verso l’artigianato basato sul riutilizzo ed il recupero di materiali, come pneumatici delle biciclette a creare oggetti utili ed originali, sassi che diventano personaggi o scampoli di tessuto che si trasformano in borse.
Gli espositori sono una trentina e provengono da tutto il Triveneto. Patrick e Laura, oltre a far conoscere il loro ristorante, offrono così un’occasione per far incontrare persone dal comune desiderio di esprimere se stessi attraverso la manualità unita alla fantasia.

Potrete trovare il mercatino nelle domeniche del 28 novembre, 5 e 19 dicembre. Per contrastare il freddo dell’inverno, oltre a godere del paesaggio naturale e rilassante e a passeggiare fra le bancarelle, avrete la possibilità di sorseggiare un buon brulè e di degustare croccanti castagne.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.