800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Mediterranea Saving Humans Belluno

Un nuovo gruppo contro l’odio

Mediterranea Saving Humans Belluno

Un nuovo gruppo contro l’odio

A Belluno un gruppo di persone sensibili e motivate ha dato vita alla sezione locale di Mediterranea Saving Humans, un’associazione che ha lo scopo di spingere alla riflessione e all’azione su temi di grande attualità e urgenza. L’idea di Mediterranea nasce nel 2018 dall’indignazione dinanzi alle migliaia di morti del Mediterraneo e alla politica dei porti chiusi. Ha messo in mare la Mare Jonio, una nave del soccorso civile battente bandiera italiana, e la sua prima missione di monitoraggio e soccorso è avvenuta nel mese di ottobre del 2018. Nel corso degli anni è cresciuta sempre di più e si è dotata di una struttura oggi costituita da equipaggi di mare ed equipaggi di terra con oltre 3500 soci attivi in circa 40 territori in Italia, Europa, Stati Uniti. Se gli equipaggi di mare sono composti da attivisti che operano a bordo della nave con ruoli diversi, impegnati in operazioni di salvataggio, gli equipaggi di terra si organizzano in piccole comunità interconnesse. Nel mese di giugno 2023 nasce un gruppo di Mediterranea anche nella nostra provincia, come equipaggio di terra, e diventa un luogo di incontro orizzontale che ha lo scopo di fare formazione e autoformazione, di favorire il confronto e lo scambio di idee per analizzare insieme i problemi al fine di rendere più efficace l’azione sul territorio, di socializzare buone pratiche, di informare su ciò che sta succedendo intorno a noi senza pregiudizi.
Ne parlo con Sara e Marzio in un luogo molto significativo della nostra provincia, lo Spazio Ex: un promotore di iniziative fondate sulla creatività, sulla progettazione partecipata e sulla condivisione di spazi comuni. Come ci spiega Sara, l’ex caserma Piave di via Vecellio a Belluno, rimessa a nuovo e avviata nel 2016, permette a numerose realtà territoriali, che si occupano a vario modo dei beni comuni, di avere un luogo di raccordo e di coordinazione.

Il gruppo di Mediterranea Belluno, che qui ha la sua sede, è composto da una ventina di persone, di cui una decina sempre attivi a Belluno, di diverse età e diverse professioni. Molti sono studenti che vivono altrove, ma tutti hanno voglia di impegnarsi e il proposito di non volgere lo sguardo altrove di fronte alle problematicità del presente e, in particolare, facendo riferimento al fenomeno migratorio che interessa l’intera Europa.

Un altro degli obiettivi che questo gruppo si prefigge è l’urgenza di restituire un po’ di verità alla narrazione degli avvenimenti e di sfatare pregiudizi che alimentano odio e intolleranza nei confronti dei propri simili.

Gli intenti sono di vario genere: raccogliere fondi e materiali di supporto alle missioni della nave Jonio, impiegata per le missioni in Mediterraneo centrale volte a rintracciare e soccorrere i migranti in difficoltà, promuovere manifestazioni ed attività di informazione e di conoscenza. A tale proposito quest’anno Mediterranea Belluno ha partecipato al Clorofilla festival, un’iniziativa che ha proposto workshop, incontri ed eventi per dare nuova linfa al territorio. Insieme a momenti di confronto e dibattito per una crescita consapevole collettiva, sono stati offerti musica, giocoleria e magia, progettazione e creatività. All’interno di questo contenitore ha organizzato degli eventi davvero interessanti: l’incontro con il fumettista Claudio Calia, la proiezione del film “Trieste è bella di notte” che racconta ciò che avviene ai migranti della rotta balcanica al confine tra Italia e Slovenia, l’incontro con Ibrahima Lo, senegalese, arrivato in Italia sopravvivendo ai lager libici e dopo che il gommone sul quale viaggiava è naufragato. Ibrahima ha raccontato la sua vicenda in un libro “Pane e acqua”.

È giunto il tempo di agire in modo consapevole, avendo cura degli interessi di una società in cui siano assicurate le condizioni oggettive per dare ad ogni persona dignità e capacità di autoprogettazione, ed è per questo che il gruppo di giovani ha deciso di donare il proprio tempo e il proprio impegno.

È possibile seguire le iniziative di Mediterranea Saving Humans Belluno su Instagram.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.