800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Luciano Perenzin

l'uomo che sussurra ai cavalli

Luciano Perenzin

l'uomo che sussurra ai cavalli

«La passione per i cavalli deve essermi entrata nel sangue da piccolo, quando accudivo quelli che il nonno portava a casa dalla Fiera di Santa Lucia. Intorno agli anni ’70, sfruttando i cavalli di un maneggio che esisteva a San Felice, ho avuto la possibilità di fare le prime uscite in sella, ovviamente senza alcuna esperienza.» Parlare di cavalli a Trichiana non può prescindere dal parlare di Luciano Perenzin, uno dei pionieri di un modo nuovo di vedere l’attività equestre e promotore di numerose iniziative legate a questo mondo. Gli brillano gli occhi quando mi parla del suo primo cavallo.

«Pelusch era un Maremmano, scelto personalmente da un branco allo stato semibrado, che nonostante i dubbi di molti si è dimostrato un bravissimo cavallo. Purtroppo a causa di una malformazione congenita è rimasto con me solo pochi anni. Dopo di lui ho avuto un altro Maremmano, col quale però non sono riuscito a creare il feeling che avevo col primo. Ho sempre avuto una mia concezione particolare dell’andare a cavallo, ovvero che non è il cavallo che deve portare me, ma io che devo portare lui»

C’era quindi una razza che poteva rispondere alla tua idea di equitazione?
«Lo Spagnolo faceva al caso mio. Il titolare di un’azienda di Siviglia mi ha indirizzato verso un cavallo di tre anni cui da soli 20 giorni avevano messo la sella. Nonostante le mie reticenze, Capricchoso, questo il suo nome, si è dimostrato una bestia eccezionale che mi ha dato da subito un sacco di soddisfazioni! Ad un certo punto mi sono accorto che con le mie sole capacità non riuscivo a sfruttare appieno quelle del cavallo. Sono stato indirizzato da un addestratore brasiliano che vive nel milanese, Jorge De Sousa, e con lui è nata una bella collaborazione che va avanti dal 2012.»

Tralasciamo ora gli animali e parliamo degli uomini: Trichiana è stata la culla di “Natura a cavallo”.
«Nel 1988 è nata quest’associazione, che ora conta filiali in tutta Italia, per promuovere il turismo equestre e il mondo del cavallo in generale. Tra le prime attività, nelle nostre zone, figura il tracciamento di alcuni percorsi tramite la Comunità Montana. Ma i progetti più importanti hanno visto la luce nel periodo che va dal 1998 al 2000. Il primo, la sistemazione dell’area di Longhere, vicino all’attuale ecocentro, prevedeva la creazione di un’area per i cavalli che fosse usufruibile anche dalle associazioni che ne facevano richiesta. Sono stati realizzati diversi campi per gli animali, allestita una casetta attrezzata con bagni, cucine e suppellettili e montati dieci box donati dalla ditta Rubner. Il Viaggio del Giubileo è nato invece per caso, durante una chiacchierata con un amico cavaliere del centro Italia. È stata un’avventura bellissima che ci ha portato a percorrere 1050 chilometri attraversando l’Italia da Canale d’Agordo a Piazza San Pietro in 33 giorni, tanti quanti il pontificato di Albini Luciani cui il viaggio era dedicato. Abbiamo portato in ogni luogo un messaggio di pace. L’organizzazione ha richiesto un grande impegno e il coinvolgimento di tante persone, delle amministrazioni dei paesi attraversati e anche del Vescovo Ducoli che si è adoperato per far entrare in Vaticano cavalli e cavalieri.»

Ora fai parte dell’associazione Amici a Cavallo…
«Nei primi anni 2000 io ed alcuni altri abbiamo messo in piedi questo gruppo sempre con l’intento di promuovere un’equitazione diversa, con la doma classica e il dressage. Portiamo in giro spettacoli equestri per divulgare la cultura del cavallo e di un diverso modo di approcciarsi a questo animale. Per sette anni ci siamo esibiti a Miane in collaborazione con la locale Pro Loco, abbiamo messo in scena spettacoli a Morgan, al centro Ippico di Sedico, a Villa Miari e a Villa Patt, oltre a qualche sortita in Lombardia. Attualmente siamo, purtroppo, fermi causa Covid, abbiamo fatto solo un’uscita al Parco Lotto a maggio.»

Speriamo che quest’anno appena iniziato offra la possibilità di rivedere all’opera Luciano, Capricchoso e i loro amici!

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.