800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

L’estate dei ragazzi

le preoccupazioni di "Orizzonti in Comune"

L’estate dei ragazzi

le preoccupazioni di "Orizzonti in Comune"

Lo scorso 30 aprile il Gruppo consiliare di minoranza “Orizzonti in Comune” ha presentato un’interrogazione urgente con oggetto la progettazione dell’estate di bambini e ragazzi. L’interrogazione chiedeva all’amministrazione comunale di istituire in tempi celeri una straordinaria “Commissione-estate 2020” nella quale coinvolgere la minoranza, la dirigenza scolastica, i due parroci e i rappresentanti del vasto mondo associativo e del volontariato santagiustinese, allo scopo di creare un tavolo di lavoro finalizzato a pensare e progettare l’estate dei giovani in maniera concreta e realistica.

In un secondo momento si sarebbero potuti coinvolgere attivamente i genitori interessati, invitandoli a compilare un apposito modulo sì da poter effettuare un’indagine per capire le aspettative concrete delle famiglie e poter tarare nel miglior modo possibile offerte e programmi, sull’esempio di quanto realizzato dall’amministrazione di Borgo Valbelluna. Tutto ciò per non giungere impreparati alle soglie del mese di giugno.

La richiesta della minoranza non è rimasta inascoltata e il 9 maggio, presso il Centro culturale, l’amministrazione ha riunito vari rappresentati del tessuto associativo comunale. In seguito, si apprende dal sito del Comune, è stato pubblicato un “avviso relativo all’affidamento del servizio centro estivo 2020 per i bambini dai 3 ai 12 anni”, con scadenza lunedì 8 giugno.
Secondo la minoranza, tuttavia, si tratta di un’iniziativa insufficiente in quanto priva di progettualità, tardiva e distante dalle esigenze effettive dei diretti interessati.

«In altri comuni limitrofi – affermano i consiglieri – vi sono esempi virtuosi cui ispirarsi, pur tenendo conto delle dovute differenze tra gli enti locali in questione.

Certamente, occorreva attivarsi per tempo, come per esempio Sedico e Borgo Valbelluna. I due comuni limitrofi hanno cominciato a guardare all’estate già durante i mesi di emergenza, incontrandosi con le varie realtà del territorio per ripensare le proposte tradizionali (anche sotto l’aspetto formativo degli educatori e della “sanificazione”), non limitandosi a temporeggiare aspettando l’arrivo delle direttive di Stato e Regione.

In tal modo essi potranno presentare alla popolazione un progetto articolato e – cosa non meno importante – inviare all’Anci Veneto – collegamento tra enti locali ed esecutivo nazionale – un pacchetto ricco di proposte in modo tale da ottenere adeguati finanziamenti tra i 150 milioni stanziati dal governo per i centri estivi. Questo – a parere della minoranza, che si dice tuttora disposta a collaborare – è gravemente mancato fino ad ora a S. Giustina».

«Eppure – continuano i consiglieri – il territorio comunale offre svariati spazi adatti a coniugare sicurezza – per operatori e bambini – ed esigenza di socialità, dislocando i partecipanti in piccoli gruppetti, nel rispetto della normativa, e numerose aree all’aperto che ben si presterebbero a quest’estate del tutto eccezionale». Inoltre, è stata avanzata la richiesta di poter usufruire in maniera straordinaria di tendoni o containers in cui rifugiarsi in caso di pioggia o del classico solleone estivo. Una proposta che comporta ovviamente dei costi, ma che secondo la minoranza potrebbero essere affrontati dal Comune attingendo da quella cospicua parte di avanzo amministrativo libero e non vincolato.

L'iniziativa dell'Amministrazione

Centri estivi 2020

L’amministrazione comunale informa che la Cooperativa PortAperta si è resa disponibile per organizzare il centro estivo per i bambini dai 3 ai 5 anni presso la Scuola Primaria di Santa Giustina dal 29 giugno al 14 agosto, con orario dalle 7.30 alle 14.30 (con pasto). Il numero massimo sarà di 20 bambini suddivisi in 4 gruppi ed il costo previsto è di 150 € a settimana comprensivo dei pasti e potrà essere soggetto a riduzione in relazione al contributo che verrà destinato ai Comuni ai sensi dell’Art. 105 del D.L. 34/2020.

L’attività sarà attivata solo se raggiungerà la copertura totale per ogni settimana dei posti per tutto il periodo. Se interessati inviare l’iscrizione (reperibile sul sito del Comune) all’indirizzo email segreteria.santagiustina@feltrino.bl.it o recaptarla alla segreteria comunale.

Galleria Immagini

Hai bisogno di noi? Chiamaci al Numero Verde 800 038 499

Aut. del Trib. di Belluno n. 17 del 24.11.2000. Direttore Responsabile: Federico Brancaleone. Sede Legale: via Pulliere 19 Santa Giustina – Redazione: via Gron, 43 – 32037 Sospirolo (BL) – ITALY. 

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.