800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Le Fave dei Morti

dolci & tradizioni

Le Fave dei Morti

dolci & tradizioni

Le Fave dei Morti sono semplici biscotti di forma tonda o ovale a base di mandorla che si preparano in occasione della festa di Ognissanti in molte parti d’Italia.
Nella ricetta non ci sono fave, ma il nome si collega con la festa in occasione della quale si preparano. La ricetta prevede tra gli ingredienti le mandorle e lo zucchero bianco, nella stessa quantità; uova, burro, farina, cannella e scorza di limone. Il procedimento tradizionale vuole che mandorle e zucchero siano pestati insieme in un mortaio, in modo da ottenere una farina che viene poi lavorata con gli altri ingredienti fino a ottenere una sorta di frolla. 
Perchè le fave?
Nell’antichità le fave erano il legume associato all’aldilà e simboleggiavano le anime dei morti. Nell’antica Roma si offrivano in dono alle divinità dell’Ade ed erano presenti rituali e abitudini scaramantiche che prevedevano la masticazione di fave secche o una loro donazione sulla tomba del defunto. Il cristianesimo e la tradizione contadina hanno mantenuto questo significato; anche in tempi più recenti, intorno al 2 novembre, si potevano vedere ciotole colme di fave e altri legumi agli angoli delle strade o sui davanzali delle case. Oggi i legumi sono stati sostituiti da questi dolci dal sapore simile agli amaretti, che in qualche regione del Centro Italia si vendono ancora sulle bancarelle agli ingressi dei cimiteri.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.