800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

L’arte invade Giaon di Limana

un ex tempore sui passi di Buzzati

L’arte invade Giaon di Limana

un ex tempore sui passi di Buzzati

A

 Giaon, frazione del Comune di Limana, pittrici e pittori hanno letteralmente invaso ogni angolo del paese per un’intera giornata e con i loro pennelli hanno dato libero sfogo all’interpretazione di tematiche collegate a Dino Buzzati e a “I Miracoli di Val Morel”, lasciandosi ispirare dai luoghi più belli della zona. La prima ex tempore di pittura dal titolo “Giaon, sui passi di Buzzati”, ha avuto luogo domenica 31 luglio come evento collaterale della manifestazione dedicata allo street food, grazie al prezioso contributo della Pro Loco di Limana. Un’iniziativa nata da un’idea di Enzo Marcer,  appassionato di scultura, e dall’amico mosaicista e pittore Walter Bernardi, con l’obiettivo di valorizzare il territorio locale attraverso l’arte, e allo stesso tempo ricordare la figura dello scrittore e studioso Dino Buzzati. 13 gli artisti e le artiste partecipanti, provenienti da Limana, Borgo Valbelluna, Sedico e Belluno.

Il percorso, segnalato da appositi cartelli, partiva dall’area Pro Loco, di fronte al Palimana, e si snodava per le vie e i sentieri della frazione di Giaon. «Il simposio nasce per far sì che la gente conosca le chicche del territorio, visiti i paesi e si lasci incantare da ciò che ogni luogo ha da offrire. Per quanto riguarda Giaon, ci tenevamo a dare visibilità anche alla mostra sui migranti “Ve ricordeo de noi?” e al plastico della frazione. Inoltre, era un’occasione ottima per raccontare il cinquantesimo dalla scomparsa di Buzzati» spiega Enzo. Numerosi gli sportivi che, passando in bici o a piedi, sono rimasti piacevolmente stupiti dall’invasione artistica. 

«C’è stata un’ottima risposta da parte delle persone: a un certo punto, era come una caccia al tesoro, alla ricerca dell’artista successivo» continua l’organizzatore. «Ringrazio di cuore la Pro Loco per l’aiuto tecnico e logistico e l’opportunità, e la capofrazione Elda Sommacal, che ci ha ospitati e supportati per tutta la giornata.» La speranza è che l’ex tempore sia il primo di una serie, con la prospettiva di affrontare ogni anno una tematica nuova e contaminare con l’arte diverse frazioni del territorio limanese.

Per i curiosi che si sono persi la giornata o per chi ha partecipato e desidera vedere i lavori completati, le opere terminate verranno esposte in occasione di “Limana Paese del Miele” nelle sale del municipio. Come ogni anno, torna infatti la Festa del Miele, che si terrà durante il fine settimana del 15-16 ottobre prossimo. Presto sarà disponibile un programma ricco di eventi, esibizioni, degustazioni, ma anche la mostra mercato dell’apicoltura e dell’agricoltura e la tradizionale premiazione dei migliori mieli bellunesi.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.