800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

L’AMORE PER IL TERRITORIO S’INSEGNA DA PICCOLI

Le iniziative “locali” dell’asilo di Pez

L’AMORE PER IL TERRITORIO S’INSEGNA DA PICCOLI

Le iniziative “locali” dell’asilo di Pez

La Scuola dell’infanzia di Pez opera da sempre a stretto contatto con il territorio, valorizzando il patrimonio linguistico, culturale, naturalistico e storico dei nostri paesi; questa ricerca si è concretizzata in una serie di progetti di durata annuale che hanno coinvolto, negli ultimi quattro anni scolastici, tutti gli alunni nella scoperta del valore di ciò che ci circonda.

La danza delle stagioni
Anni scolastici 2020/21 e 2021/22. In questi due anni la vita scolastica è stata fortemente condizionata dall’emergenza sanitaria. Le insegnanti, specie durante il lockdown, hanno cercato di preservare il legame affettivo con gli alunni, proponendo video autoprodotti con racconti, esperienze, tutorial. Nei periodi in cui è stata possibile la frequenza, sono state proposte esperienze sugli alberi e sui prati. In particolare i bambini hanno appreso il ciclo vitale di una farfalla, allevando i bruchi in sezione ed assistendo a tutte le fasi della trasformazione: l’emozione di liberare nel giardino della scuola le farfalle appena uscite dal bozzolo sarà un ricordo prezioso per tutti. Inoltre, per tutto l’inverno, gli alunni hanno nutrito gli uccelli osservandoli dalla finestra e prendendo confidenza con le caratteristiche delle specie più frequentemente osservabili. L’esperta Flora Rossi della cooperativa “Il Mazarol” ha presentato diverse attività ai bambini dell’ultimo anno sul tema “Il ritmo delle stagioni per noi, animali, piante e natura”. Le attività con la cooperativa comprendono anche una passeggiata guidata nei dintorni della scuola, che sarà effettuata durante la primavera. Interessanti anche i progetti degli anni precedenti; descriviamo i più recenti e citiamo gli altri.

Nelle nostre fattorie
A.s. 2018/19. Il progetto ha proposto ai bambini la conoscenza degli animali che hanno da sempre popolato i cortili e le stalle del nostro territorio, rivestendo un ruolo di primo piano nell’economia contadina. Ogni mese ha visto protagonista un animale; gli alunni, con tecniche diverse, hanno rappresentato gli animali e il loro ambiente; il calendario mensile ha presentato una raffigurazione dell’animale del mese accompagnata da un canto, una filastrocca o un breve racconto. Il Museo ha ospitato i bambini per un bel laboratorio sulle galline. Un genitore ha portato a scuola innumerevoli esemplari di razze diverse di galline che i bambini hanno osservato da vicino con grande curiosità. Grazie alla disponibilità dei genitori, è stata inoltre proposta un’esperienza di pittura con Gian Antonio Cecchin, che ha predisposto la parete esterna della scuola; i bambini durante l’anno hanno preparato dei pannelli con i diversi animali della che sono poi stati collocati componendo un’opera unitaria.

Profumi e sapori della nostra terra
A.s. 2017/18. Conoscere e apprezzare i prodotti locali, capisaldi della nutrizione di nonni e bisnonni: il mais, la zucca, il miele. L’esperienza è partita dalla raccolta delle zucche seminate in primavera nell’orto scolastico. I bambini hanno preparato con le loro mani un buon pane e hanno anche provato a sgranare le pannocchie con gli attrezzi di un tempo. La visita al mulino di Salzan è stata un tuffo nel passato che ha permesso di osservare il vecchio mulino ad acqua e le macine che trasformano i chicchi in buona farina. Ognuno ha poi ricevuto un sacchetto di dorata farina; a scuola poi, naturalmente, abbiamo preparato la polenta! Con la bella stagione abbiamo fatto la conoscenza delle api, recandoci all’apiario presso il Museo di Seravella.

Molti interessanti anche “Laori de na olta” (2016/17): “Che lavori facevano i nostri nonni? Che attrezzi usavano? Che differenze ci sono tra ieri e oggi nella vita quotidiana?”. Il progetto annuale ha cercato di rispondere a queste domande, suscitando nei bambini la curiosità verso il passato. Infine, “Storie belorie” (2015/16) dedicato a leggende, conte, filastrocche e personaggi che hanno incantato nonni e bisnonni e sono tornate a vivere per i bambini.

Le insegnanti e i bambini, durante le esperienze sopra descritte, hanno potuto avvalersi della collaborazione dell’Amministrazione comunale di Cesiomaggiore, di enti, associazioni di volontariato, singoli cittadini che si sono messi a disposizione arricchendo ulteriormente le proposte didattiche e regalando esperienze indimenticabili.

Galleria Immagini

Hai bisogno di noi? Chiamaci al Numero Verde 800 038 499

Aut. del Trib. di Belluno n. 17 del 24.11.2000. Direttore Responsabile: Federico Brancaleone. Sede Legale: via Pulliere, 19 – 32035 Santa Giustina (BL) – Redazione: via degli Emigranti, 61 – 32037 Sospirolo (BL).

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.