800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

La storia di Sedico in un libro

da Napoleone alla 2a guerra mondiale 1797-1945

La storia di Sedico in un libro

da Napoleone alla 2a guerra mondiale 1797-1945

Da un’idea di Gianni Da Rold, appassionato collezionista di rari libri, documenti, cartoline d’epoca, foto e avvisi pubblici, in società con lo scrivente, nacque nel 2008 un’originale mostra molto visitata e apprezzata, in cui gli avvisi pubblici erano messi in grande risalto. Da questi ultimi si era preso lo spunto per scrivere delle storie legate a tali avvisi. La mostra, allestita innanzitutto a Mas e poi a Libàno, Longano e Sedico in occasione di sagre o altri eventi, non ebbe la fortuna di essere tradotta in un libro, vuoi per la difficoltà a reperire i finanziamenti, vuoi in tempi più recenti per il Covid.

Finalmente il libro
Quest’anno, col concorso del Comune di Sedico e di alcuni sponsor, la pubblicazione è finalmente possibile. Tutto questo tempo ha consentito, alla luce delle nuove ricerche effettuate dallo scrivente in ben 15 anni, di rivedere i testi che spesso contenevano dati o notizie da modificare. Ha dato pure la possibilità di acquisire nuove straordinarie foto, come quella del maestro Pat Bortolo di Peron, del “Bacologico” di Mas con le donne al lavoro e lo stanzone pieno di bozzoli, del laboratorio (poi diventerà l’asilo di Sedico) di Giovanni Conz assieme alle maestranze e di quelle della Prima Guerra Mondiale con le baracche del Genio Militare, gli austriaci prigionieri a Landris, Sedico durante l’occupazione austriaca del 1918 con i carrettoni coperti da un telo chiaro (tipo Far West) sparsi in tutto il paese, con l’attendamento del picchetto antiaereo a Bribanet davanti alla chiesa di San Nicolò. Ci è voluto parecchio lavoro e molta concentrazione per dare una nuova sistemazione a tutto quel materiale, in particolare ai testi, e per dare il giusto risalto agli avvisi pubblici e alle numerose foto.

Caratteristiche della pubblicazione
Il libro si intitola “Storia del Comune di Sedico da Napoleone alla Seconda Guerra Mondiale (1797 – 1945)” ed è edito dalla DBS di Rasai (Seren del Grappa). Ha oltre 150 pagine e contiene 37 avvisi pubblici, 93 foto molto significative (alcune inedite o poco note), una nutrita serie di date e brevi spiegazioni per ogni periodo storico, con varie curiosità e approfondimenti. Riporta date e storia locale in parallelo con quella nazionale e internazionale. Il libro è suddiviso in 18 capitoli, in ciascuno dei quali viene sviscerato un periodo storico in tutte le sue sfaccettature.

Argomenti trattati
e suddivisione del libro
Il 1° capitolo tratta delle battaglie tra i francesi di Napoleone e gli austriaci sul nostro territorio alla fine del 1700; nel 2° si parla delle leggi napoleoniche (tra cui l’allontanamento dei cimiteri dai paesi) e della prima dominazione austriaca (1797 – 1805) con la prima cartografia scientifica di tutto il Veneto; nel 3° si racconta la storia dei passi a barca e dei ponti; nel 4° si rievocano la fluitazione dei tronchi e le segherie sul Cordevole tra Seghe di Villa e Bribano; nel 5° si rievoca la seconda dominazione austriaca (1815 – 1866) con l’epidemia di colera che colpì Sedico e la poco nota guerra dalmedera (ossia dei popolani con le dalmede); nel 6° si ricorda l’annessione del Veneto al Regno d’Italia (1866) con una serie di conseguenze per la gente, provocate in particolare dalla tassa sul macinato che causò una forte emigrazione definitiva all’estero; nel 7° si fa una storia delle scuole fin dall’epoca napoleonica ed è tratteggiata in particolare la figura del maestro Pat che insegnò a Peron addirittura nell’Ottocento; nell’8° si racconta del primo acquedotto; nel 9° si parla di allevamento del bestiame, latterie e malghe; nel 10° si rievoca la prima guerra mondiale; nell’11° si descrivono la viabilità e i mezzi di trasporto fino al 1915; nel 12° si parla della viabilità e dei mezzi di trasporto dopo la prima guerra mondiale; nel 13° si racconta della ferrovia Bribano – Agordo, della fabbrica del’ammoniaca e della centrale di Sass Muss; nel 14° si parla del ventennio fascista (1923 – 1943). In ben 4 capitoli finali è diluita la storia della seconda guerra mondiale con dettagliate notizie talora poco note.

Valore del libro
In poche parole diventa una specie di bignami di facile e rapida consultazione. Di ogni periodo sono messi in luce svariati aspetti, tali da avere un quadro molto sintetico, ma esaustivo, degli avvenimenti e di come si viveva dal 1797 al 1945. Sarebbe bello che il libro entrasse in ogni famiglia, perlomeno del nostro comune. Uscirà dopo Pasqua, in aprile, e sarà in vendita nelle cartolerie e librerie.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.