800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

La forza di un sorriso

Sui media l’idea di Severine

La forza di un sorriso

Sui media l’idea di Severine

Quanto bene faccia un sorriso ce lo dice questa semplice e incredibile storia, che ha per protagonista appunto il sorriso delle maestre “mascherate”, donato ai piccoli alunni dopo un anno da insegnanti bendate. Un sorriso!? Questa la semplice quanto geniale idea di Severine Daru’, figlia di Mario, originario di Farra di Mel, minatore emigrante in Belgio, che incontriamo nella centralissima casa dei genitori a Mel dove ritorna ogni anno in vacanza.

HO PENSATO A UN REGALO
«Questa cosa mi è venuta proprio di cuore, ho pensato ai bambini che hanno frequentato la prima, sono entrati nel mondo della scuola con “la mascherina”. A questi bambini abbiamo chiesto una cosa enorme: indossare tutti i giorni la mascherina, di tenerla, di non toccare i compagni, di lavarsi sempre le mani, di rispettare delle regole che a sei anni sono terribili! Io ho pensato di regalare loro i sorrisi dei maestri, delle maestre e delle collaboratrici della scuola, che hanno avuto un ruolo importantissimo nella gestione della situazione pandemica nell’istituto».

LA FORZA DELLE IDEE
«La scuola per normativa Covid era spoglia di disegni, di lavoretti che solitamente adornano le pareti delle aule, quindi non c’erano che pareti bianche e vuote. Ho preparato un pannello avvolto da carta a fiori rosa, che esprimeva dolcezza e positività, e ho creato un piccolo angolo-studio per la posa dei miei colleghi. Una semplice foto scattata con il cellulare, di un viso finalmente scoperto, ma con il sorriso. In poco più di un giorno ho raccolto 45 sorrisi. Ho stampato e incollato le foto di tutti i docenti e collaboratori in ordine casuale e sparso su due grandi cartelloni e, l’ultimo giorno di scuola, di buon mattino mi sono recata al mio istituto Anna Frank di Povegliano (VR) e ho appeso i cartelloni al muro. In questo modo ho avuto la possibilità di lasciar parlare il mio cuore e ringraziare i bambini e i colleghi. Quando sono arrivati i colleghi e hanno visto il cartellone qualcuno si è emozionato e mi ha detto: “Severine, solo tu – con il cuore e la sensibilità che hai – potevi arrivare a fare una cosa del genere!”. Ho risposto: “Questo è stato fatto anche grazie a voi, perché senza i vostri sorrisi non ci sarebbe stato niente!”. I bambini, quando sono arrivati, hanno iniziato a cercare tra i visi le loro maestre, a scoprire i volti senza “barriere” delle persone con le quali avevano trascorso un anno intero.

EFFETTO MEDIATICO PER LA MAESTRA SMASCHERATA
Appeso il cartellone, la notizia si diffonde rapidamente. Una referente torna a casa e parla al marito dell’iniziativa di Severine; a tavola c’è anche il figlio di Nicolò Vincenzi, giornalista del quotidiano “L’Arena”. In poche ore la scuola è tempestata di telefonate. Severine chiede il permesso alla dirigente Emanuela Bruno, che le risponde: “Severine, rilascia tutte le interviste che vuoi, noi ci fidiamo di te!”.
La mattina successiva il quotidiano “La Repubblica” la contatta: Severine è in prima pagina del famoso giornale di Eugenio Scalfari, con un approfondimento all’interno a cura di Michele Smargiassi che parla della “Maestra mascherata, che diventa poi la Maestra Smascherata”. Ed infine Radio Rai con la trasmissione mattutina “Moka”. La scuola “del Sorriso” di Povegliano nel giro di qualche giorno ha fatto il giro d’Italia grazie alla “forza di una semplice idea”.

SOLIDARIETÀ E AMMIRAZIONE
Questa iniziativa poteva sollevare tra i docenti, contrarietà, invidie, critiche. Invece l’effetto è stato di aumentare la reciproca stima. “Severine hai elevato quella che è la professione della maestra, ultimamente denigrata e tanto criticata in periodo di lockdown!” Questo il riconoscimento dei docenti a Severine e al suo stile di comunicare con linguaggio semplice e delicato.

GESTI DA IMITARE E REPLICARE
Regalare questi sorrisi è possibile in ogni scuola d’Italia, per far felici i ragazzi in questo periodo terribile di contrizioni e divieti. Severine ci dona un ultimo messaggio: “Ascoltare quello che i bambini nella loro semplicità raccontano, raccontarlo con una visone di adulti che stanno dall’altra parte, ma con gli occhi dei bambini”. Buon anno scolastico a tutti.

Galleria Immagini

Hai bisogno di noi? Chiamaci al Numero Verde 800 038 499

Aut. del Trib. di Belluno n. 17 del 24.11.2000. Direttore Responsabile: Federico Brancaleone. Sede Legale: via Pulliere 19 Santa Giustina – Redazione: via Gron, 43 – 32037 Sospirolo (BL) – ITALY. 

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.