800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

In volo con Ivan Centa

L’atleta alla Superfinale di Coppa del Mondo in Brasile

In volo con Ivan Centa

L’atleta alla Superfinale di Coppa del Mondo in Brasile

43 anni di vita e più di 20 di volo. Basterebbe questa frase per descrivere il pedavenese Ivan Centa, atleta associato Para e Delta Club Feltre Asd, selezionato per la PWC 2024 dopo il bronzo conseguito in Romania lo scorso maggio.

Il Monte Avena e il parapendio
Non poteva che andare così: l’amore per il volo libero era destinato a radicarsi profondamente nel cuore di uno sportivo che vive ai piedi del Monte Avena! Il papà di Ivan, Luigi, è stato il primo a portarlo a osservare le vele dei pionieri di questo sport, quando ancora veniva considerato un interesse di nicchia e non una vera attrazione turistica della zona.

Dopo aver completato il servizio militare e dedicato del tempo al volontariato in Kosovo, Ivan ha deciso di vincere questa sfida: «A vent’anni ero abbastanza competitivo e amavo lo sport così tanto da, alle volte, ammalarmici. Sentivo la sfida e avevo l’ansia da prestazione tipica. Tuttavia, nel corso degli anni di pratica del volo libero, ho imparato che l’approccio giusto per ogni volo è la ricerca del divertimento e della passione, ancor prima di cercare la vittoria. Se i risultati arrivano, sono felice, ma non sono la mia priorità quando decollo».

La Paragliding World Cup
Questa sarà la motivazione che lo spingerà a dirigere i suoi passi verso Baixo Guandu, in Brasile, dal 5 al 16 marzo 2024. «Mi recherò in loco un po’ in anticipo, principalmente per esaminare e studiare attentamente la zona. Non essendo un atleta professionista e non avendo l’abitudine di viaggiare costantemente per competizioni, credo che familiarizzare fisicamente e mentalmente con l’ambiente sarà molto utile», ha dichiarato Centa. Questa non è la sua prima esperienza di volo in Sud America, né di partecipazione alla Coppa del Mondo. «Non ho mai raggiunto la Superfinale prima d’ora, ed è una conquista di cui sono molto orgoglioso. Ho già volato in Brasile, ma non in questa specifica area. Sarà un’esperienza affascinante: il paesaggio è notevolmente diverso dalle Dolomiti. Insieme a me, ci saranno altri connazionali, tra cui Federico Nevrasto, atleta del Para e Delta Club Feltre, e l’ex campione del mondo Joachim Oberhauser, vincitore anche del nostro Guarnieri International Trophy».

Le Dolomiti, una palestra a cielo aperto
Non è un caso che il soprannome di Ivan sia “Stornel”. Guardando in su, in giornate dal clima ottimale, non importa se sia inverno o estate, lui sta volando! La voglia di esplorare le Dolomiti dalla “prospettiva delle aquile” è stata sua fedele compagna anche nei momenti di sconforto.
«Ho iniziato con i voli cross. Oggi mi piace molto l’hike e fly che combina il trekking ai decolli e volo e che mi permette in modo ancora migliore di vivere la palestra a cielo aperto dietro casa. Guardando indietro, avrei mollato diverse volte, anche in seguito a cadute, ma poi per fortuna, non ho resistito al richiamo della montagna. È un principio che tento di trasmettere anche ai giovani che si approcciano a questo sport e magari non vedono subito dei risultati! Mi piace molto stare in loro compagnia!».

Sul suo decollo preferito non c’è dubbio: «Nessun posto è come casa, e, più che un decollo, ho un volo che posso definire come preferito. I miei primi 200 km in Valbelluna sicuramente sono stati una soddisfazione. Vedere il luogo che frequenti abitualmente dall’alto è magico e inebriante. Quello più avventuroso è stato invece improvvisato: con un amico sono decollato in Monte Avena ed abbiamo raggiunto la Slovenia in volo. Arrivare non è stato un problema, tornare sì. Abbiamo fatto molti autostop!».

Il futuro
Lo sguardo è già avanti, anche se la PWC deve ancora arrivare. «A marzo ci sarà il trainer della Nazionale italiana in Brasile. Spero di fare una buona performance individuale, perché gli Europei di volo libero si terranno in Spagna e sarebbe bello arrivare anche lì, visto che è qui vicino», conclude Centa. Le giornate di gara di Ivan saranno intense e si svolgeranno dall’altra parte del mondo, tuttavia il mondo digitale ci tiene aggiornati in tempo reale e tutte le informazioni saranno disponibili su www.pwc.org o digitando “13th World Cup Superfinal – Baixo Guandu Brazil”.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.