800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Il sorriso di Luisa

Una vita per la famiglia e per il prossimo

Il sorriso di Luisa

Una vita per la famiglia e per il prossimo

Mancherà alla comunità sospirolese, e non solo, il bel sorriso di Luisa Vall Graells, scomparsa lo scorso 8 dicembre a 69 anni. Una vita spesa per la famiglia e per il prossimo quella di Luisa, molto legata in particolare a Lourdes, tanto da tornarci spesso come fedele e volontaria durante tutta la sua vita. È qui che ha conosciuto anche suo marito, Ugo Vedana: il primo incontro tra loro avviene nel 1973 quando Ugo, grazie all’allora arciprete di Sospirolo don Giuseppe De Toffol, si trova a Lourdes nel ruolo di barelliere, mentre Luisa operava come stagiaire. Proprio a Lourdes il prossimo anno Luisa avrebbe celebrato i cinquant’anni di servizio: il voto prevede, infatti, una settimana l’anno di impegno e Luisa non è mai mancata se non nei casi in cui era impossibilitata; di certo questi rari momenti hanno coinciso con la nascita dei figli, Sante nel 1979 e Maria Lourdes nel 1985.

Luisa era nata a Sant Joan de Vilatorrada , comune spagnolo della Catalogna a una ventina di chilometri dal celebre Monastero di Montserrat. È stata in gioventù a Londra come ragazza alla pari dove ha potuto apprendere l’inglese, usato in seguito a Barcellona nell’impiego presso una fabbrica di dolciumi dove si occupava di traduzioni per l’azienda. La ditta era però nei pressi dell’aeroporto della città e Luisa, con gli occhi al cielo, aspirava a diventare hostess di volo, ma era impedita dall’astigmatismo. Così, resterà a terrà svolgendo la professione di guida turistica a bordo di pullman diretti verso Andorra, Lourdes e ritorno attraverso i paesi baschi: un successo… Luisa è una guida molto richiesta per l’entusiasmo con cui coinvolge i partecipanti alle visite guidate. Sarà a Firenze a metà anni 70 come ragazza alla pari, dove impara l’italiano, ed è in questa occasione, nel 1976-77, che rincontra Ugo a Belluno, fino a prima sentito per corrispondenza, e lo sposa l’anno dopo. Seguirà il marito, impegnato come tecnico di cantiere a Doues in Valle d’Aosta, poi a Pinzolo, Caderzone, Larderello (Pisa) e ancora a Morgex, vicino a Courmayeur, solo per citare alcuni luoghi (in alcuni di essi sono rimasti a vivere per anni).

Anche dopo la pensione, gli sposi terranno fede alla promessa. Diversi gli impegni di Luisa a Lourdes dove, tra le varie attività, fornisce servizio presso la piscina, poi alla reception in quanto parlava correttamente cinque lingue (italiano, francese, spagnolo, catalano, inglese). Anche a Sospirolo non mancherà l’apporto come volontaria alla sagra del Comitato di San Bartolomeo della sua Maras e in particolare per la parrocchia dove si è sempre prestata al servizio di catechista, oltre ad essere chiamata al ruolo di ministro straordinario della comunione; molto legata all’esperienza della vita cristiana, frequentava costantemente la messa e faceva visita ad anziani e ammalati della parrocchia. Sempre come volontaria ha fatto inoltre parte dei donatori di voce per il “Libro Parlato” di Feltre – in particolare leggeva in spagnolo per delle conferenze di un professore non vedente (tra gli altri testi di Freud ed altri autori di psicologia e filosofia) – e ha insegnato spagnolo presso l’università degli anziani di Belluno.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.