800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Il Judo

uno sport nato come sistema educativo

Il Judo

uno sport nato come sistema educativo
Il Judo contro il Bullismo

In questo periodo di ripresa delle scuole, i genitori sono alle prese con un altro problema da risolvere: che sport far praticare ai propri figli? È indubbio che praticare uno sport sia necessario per la loro salute psicofisica, quindi la scelta è quasi altrettanto importante che quella della scuola. Nella vastissima offerta presente sul territorio, uno degli sport che si conosce meno, ma che è molto presente è il Judo. Molto spesso questo sport viene promosso come un’attività formativa, uno sport olimpico, e un ottimo metodo per combattere il bullismo.

COS’È IL JUDO?
Il Judo è un’Arte Marziale e uno Sport sviluppato in Giappone fra fine ‘800 e inizio ‘900 dal Maestro Jigoro Kano. Egli era un ragazzo di costituzione gracile che, per migliorare il proprio fisico, aveva studiato le antiche arti marziali dei Samurai Giapponesi, diventando ben presto Maestro di alcune delle più prestigiose scuole tradizionali del Giappone. Durante questo periodo storico di grandi cambiamenti, egli si rese conto che le Arti Marziali avrebbero dovuto trasformarsi: dovevano passare dall’essere delle pratiche per creare guerrieri migliori, a delle pratiche per creare cittadini migliori. Quindi fondò il Judo, basandolo su due aforismi che sarebbero diventati nel tempo un faro per la cultura giapponese: “SERYOKU ZEN’YO, JI TA KYO EI” cioè “crescere insieme, con il miglior uso dell’energia”. Sin dalle origini, il Judo non ha quindi come scopo ultimo la pratica agonistica, o la vittoria sull’altro, ma innanzitutto il voler creare delle persone migliori, facendole crescere assieme.

PERCHÈ IL JUDO È EFFICACE CONTRO IL BULLISMO?
La maggior parte delle volte ci si aspetta che un corso di Judo o di Arti Marziali possa insegnare ai bambini più deboli a difendersi dai bulli. Questa idea è veicolata dalla filmografia (ad esempio dal film Karate Kid) e dall’idea che le tecniche che vengono insegnate siano utili alla difesa personale. Certamente un fisico più tonico e una conoscenza del proprio corpo possono essere utili, ma la vera forza del Judo sta proprio in quell’aforisma su cui è stato creato. Il Judo non insegna (solo) ai bambini più deboli a difendersi, ma soprattutto insegna ai bambini più forti, ai bulli, a prendersi cura degli altri, a praticare con persone più deboli senza fare del male, a controllare la propria forza e il proprio carattere, a sfogarsi sul Tatami invece che fuori. La lotta al bullismo non si fa “armando i più deboli”, né si fa “combattendo i bulli”, si fa insegnando i valori della convivenza, della pratica insieme, dell’amicizia, del “Ji Ta Kyo Ei”, del crescere insieme.

E COME SI OTTIENE QUESTO RISULTATO?
Nel Judo non esiste la panchina, tutti praticano, tutti combattono. Nelle gare gli atleti vengono divisi per categorie di peso, cintura ed età. Così ognuno può misurarsi con avversari alla propria altezza. Negli allenamenti in palestra, invece, si pratica con tutti quanti, più piccoli e più grandi, cinture più alte con neofiti, maschi con femmine. La Palestra (che sarebbe “Dojo”: Luogo in cui si studia la Via) è un luogo di uguaglianza, sottolineato dal fatto che tutti portano lo stesso abito Bianco (il Judogi: Abito da Judo) chiuso da una cintura colorata che identifica le capacità raggiunte.

MA IL JUDO, INSEGNA L’EDUCAZIONE E LA DISCIPLINA?
Il Judo, come tutti gli sport, ha delle regole che devono essere rispettate.
Ma ne ha anche molte che servono a insegnare il comportamento corretto: rispettare l’avversario, mettere in ordine le ciabatte quando si sale sul tatami, salutare con un inchino il proprio compagno di allenamento e il Maestro, tenere in ordine il proprio Judogi, praticare con tutti.
Queste regole servono in palestra, ma lo scopo è di abituare i bambini a rispettarle anche e soprattutto fuori. Di portarle con sé nella vita per diventare, come voleva Jigoro Kano Sensei, dei cittadini migliori.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.