800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Il Cammino Retico

Da Aune via Castel Tesino, alla scoperta delle nostre origini

Il Cammino Retico

Da Aune via Castel Tesino, alla scoperta delle nostre origini

Il 25 maggio è stato ufficialmente inaugurato il Cammino Retico. Si tratta di un percorso ad anello di circa 110 chilometri che, partendo da Aune di Sovramonte, raggiunge le valli dell’Alto Adige seguendo gli antichi tracciati percorsi dal popolo retico di epoca preromana della seconda età del Ferro.

Nasce come progetto turistico che l’Associazione “Carpe Diem” ha promosso per mantenere in vita quelle ridenti valli che ora sono a rischio di spopolamento e che possono tornare a rifiorire grazie a questa preziosa forma di turismo lento rispettoso del territorio. Una forma di turismo che sta sempre più coinvolgendo un gran numero di persone. Offre un tragitto non troppo impegnativo, vita all’aria aperta, la possibilità di ritrovare un contatto con sé stessi e di incontrare gli abitanti di zone isolate potendo conoscere i loro usi e prodotti. Permette di ritrovare il ritmo lento dello scorrere delle stagioni e delle ore di luce naturale e, lontani dallo stress della vita cittadina, riattivare i propri sensi, diventare più percettivi e immaginare la vita di questa popolazione antica dalla quale proveniamo.

Scoprire la meraviglia di percorrere, passo dopo passo, i luoghi dove sono state trovate le tracce del loro passaggio. Dagli scavi neandertaliani del Monte Avena all’uomo della Val Rosna. Non mancano luoghi sacri come il Santuario dei Santi Vittore e Corona e luoghi naturalistici come il fiordo feltrino del lago del Corlo. Il percorso mette a disposizione diversi luoghi di ristoro e di pernottamento. È studiato per essere completato in sette tappe, ma ognuno può scegliere quanto lento è il suo passo e quanto più allargare la sua osservazione dei paesaggi che lo circondano.

Come per ogni Cammino riconosciuto ufficialmente, alla registrazione, che si può fare anche online, viene consegnata la guida, le credenziali e il tracciato Gpx. Al termine del percorso sarà consegnato anche il diploma di percorrenza. Perciò, come tradizione vuole, auguriamo a tutti un “Buon Cammino”.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.

Questo articolo sarà disponibile per la lettura online a partire da

30/06/2024

VUOI LEGGERLO SUBITO?

Corri in edicola ad acquistare l’ultimo numero de “il Veses”