800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

I custodi del paesaggio

I custodi del paesaggio

Ci sono luoghi capaci di accogliere. Luoghi che trasmettono forza, energia, che trasudano bellezza. Sono luoghi del cuore. Lo dicono i prati, i boschi, l’aria che profuma di buono, gli orti coltivati con amore, gli animali al pascolo. Luoghi che richiedono il coraggio dell’osare e la forza della resistenza. Sono i luoghi scelti con convinzione da chi sente impellente il richiamo della terra.

«Storie tutte diverse ma legate, in cui ricorre la parola sogno. Spesso i protagonisti che vivono questi spazi si raccontano e parlano di sogni rimasti nel cassetto e finalmente realizzati, del bisogno di trovare una dimensione, un equilibrio, una serenità. La fuga da vite mal sopportate ricorre come scelta.» (D. Gasparini)

Lo raccontano Silvia e Nicola che sanno che esistono delle erbe con tutti i gusti del mondo, o Annalisa e Roberto che rivelano un mondo da esplorare, toccare, annusare e assaggiare, Diego ed Isabella che hanno creato il Giardino delle api, una splendida realtà nel cuore verde della pedemontana pordenonese.
E poi i Bellunesi Beppe e Carla con il figlio Tommaso, la cui casa a Valmorel è sempre aperta per la gioia di condividere una filosofia di vita. Avevano un lavoro sicuro, ma hanno sentito il richiamo della vita in montagna e, al prezzo di grandi sacrifici, sono riusciti a realizzare la loro idea. Conosciamo poi Quinto e Marianna che hanno avuto il coraggio di lasciare spazio al loro sogno. Quinto, ex professore universitario di filosofia antica, ha conosciuto Marianna in alpeggio e, insieme, hanno concretizzato un progetto di vita a loro misura. Gli occhi sorridenti e divertiti della figlia Eliana sono il frutto più importante della loro scelta.

Storie di persone speciali raccolte nel bel libro “I custodi del paesaggio” dei fotografi Francesco Galifi e Giulia Bottega. Un prezioso lavoro dove sono descritti paesaggi meravigliosi seppur fragili, dove sono raccontate storie di donne e di uomini che hanno deciso di percorrere strade originali che, raccontano Francesco e Giulia, «potranno continuare ad esistere solamente finché ci sarà qualcuno disposto a viverle, custodirle e raccontarle.»

Francesco Galifi ha voluto raccogliere testimonianze «di persone che hanno scelto di vivere a stretto contatto con la natura, di viverla nel rispetto del territorio e degli animali che allevano. Il libro parla delle persone, della loro vita, ma anche di come è il paesaggio in luoghi dove è rispettato.» Le foto raccolte nel libro sono emozione, sono un collegamento tra il mondo interiore dei protagonisti ritratti e degli autori stessi e quello esteriore della Natura. Una luce, un tramonto, un colore, un’atmosfera rendono magici paesaggi che i protagonisti del libro custodiscono con attenzione, a volte con fatica, ma sempre con grande senso di libertà.

Il gruppo, tutto femminile, di Voci di passaggio, in collaborazione con il Gas Limana e la Biblioteca Civica, ha deciso di presentare il libro a Limana il 13 maggio. Durante la serata c’è stata l’occasione di conoscere l’autore e le sue foto e di ascoltare le testimonianze dei due protagonisti Bellunesi accompagnati da letture tratte dal libro.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.