800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Hai voluto la bicicletta?

Breve storia del Gus Bike Team

Hai voluto la bicicletta?

Breve storia del Gus Bike Team

Che andare in bicicletta sia pericoloso è, purtroppo, cosa risaputa. Si possono infatti incontrare persone che ti trascinano dove mai avresti pensato di andare. Per esempio a far parte del Gus Bike Team.

Munita di scarse doti atletiche e con pochissima esperienza di bici da strada, ero decisamente riluttante ad imbarcarmi in questa esperienza. Invece già al primo giro di squadra mi sono sentita fra amici, tra persone che intendono il ciclismo come scusa per stare in compagnia. E proprio questo è il bello di questo sodalizio.

Ma come nasce questo gruppo? Me lo racconta il presidente, Luca Feltrin.
«Tutto iniziò un sabato sera del 2013 al bar, quando alcuni di noi si trovarono a discutere di come tenere uniti gli abitanti della piccola frazione di Mel alla luce dello stop alla manifestazione di carri allegorici che ci aveva sempre visti impegnati. Uno se ne uscì con questa “24 ore” di Feltre di cui gli altri ignoravano l’esistenza. All’una di notte, per porre termine alla discussione, si decise di chiamare l’unica persona di nostra conoscenza che si potesse definire ciclista, stabilendo che, se avesse risposto, ci saremmo iscritti: lo sventurato rispose.

Trovare 12 persone per comporre la squadra fu abbastanza semplice, il problema si pose con l’attrezzatura! Ci trovammo a Feltre con 6 biciclette di varia fattura, qualche casco e un allenamento medio corrispondente a una quarantina di chilometri. Il foglio Excel dei turni era un’opera ingegneristica, dovendo incastrare disponibilità delle persone, delle biciclette, dei caschi… Nonostante tutto non arrivammo neppure ultimi, ma soprattutto ci divertimmo così tanto che la “24 ore” diventò un punto fisso.»

Quand’è che la cosa ha cominciato
a farsi seria?
«Per partecipare alla competizione bisogna essere tesserati. I primi anni abbiamo ovviato facendo la tessera giornaliera, poi abbiamo iniziato ad associarci chi a una squadra chi a un’altra. Ad un certo punto, visto che il gruppo era ormai consolidato, abbiamo deciso di fare il grande passo e nel 2019 è nata la società “ASD Gus Bike Team”.

Il primo anno è andato benissimo, poi il Covid ci ha messo lo zampino visto che non si potevano fare né uscite di gruppo né venivano organizzate manifestazioni. Nel 2022 siamo ripartiti e quest’anno siamo arrivati a contare oltre 60 soci di cui 50 atleti.»

Quali sono le attività del sodalizio?
«Una volta al mese, indicativamente da aprile a settembre, facciamo un’uscita di squadra divisi in due gruppi: quello più “sportivo” e quello più “tranquillo”. Abbiamo poi una giornata a luglio dedicata alla mountain bike col giro delle malghe e la gara sociale a fine stagione che è più che altro una scusa per stare assieme. Partecipiamo poi a “Mele a Mel” a supporto del GRS Gus-Puner che ci rende il favore occupandosi delle cucine alla “24 ore” e alla gara sociale.»

Progetti futuri?
«Le idee sono sempre tante: ci piacerebbe organizzare una gara di Mountain Bike o un tour organizzato di più giorni in bicicletta, ma innanzitutto sicuramente vogliamo riconfermare la Crono del Borgo, una gara a cronometro di 5,6 chilometri da Lentiai alla piazza di Mel. La prima edizione si è svolta il 27 maggio. È stata la prima gara organizzata interamente da noi e ha riscosso un successo inaspettato raccogliendo tanti commenti entusiasti.

Vorrei anzi approfittare di questa chiacchierata per ringraziare i membri del Consiglio che non si tirano mai indietro e tutti gli atleti tesserati che rispondono sempre con entusiasmo partecipando numerosi alle varie iniziative.»

Se qualcuno volesse entrare a far parte della famiglia del Gus Bike Team?
«Innanzitutto deve sapere che ci facciamo vanto dell’aver trasformato uno sport prettamente individuale in uno sport di gruppo dove l’agonismo passa in secondo piano rispetto alla voglia di stare insieme e divertirsi, e che siamo fermamente convinti che una convivenza pacifica tra tutti gli utenti della strada sia possibile.

Chi sente di condividere questa nostra visione del ciclismo, non ha che da seguire i nostri profili social sia Facebook che Instagram, e il sito internet dove si possono trovare le descrizioni delle nostre attività e dei nostri giri, i contatti e c’è anche la possibilità di tesserarsi online.»

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.