800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Giancarlo Centeleghe

volontario dal cuore d’oro

Giancarlo Centeleghe

volontario dal cuore d’oro

Giancarlo Centeleghe: un nome, una garanzia, una certezza. Classe 1935, a San Gregorio nelle Alpi è un’istituzione e, leggendo di seguito, capirete perché. Nasce nella frazione di Roncoi dove trascorre gran parte della giovinezza, poi la famiglia si trasferisce nel capoluogo montano.

Da giovane, come molti a quel tempo, inizia a lavorare facendo un po’ il “giramondo”. Rimarrà sempre in Italia, arrivando però in diversi luoghi: con la ditta Del Favero di Trento, parte a Laghetti di Egna, si sposta poi in Valtellina, sale su fino al mitico Ghiacciaio dell’Adamello, infine arriva a Brunico. Rientrato a San Gregorio, assieme alla consorte apre un negozio di profumeria e giocattoli con a fianco una barbieria dove si recano giovani e anziani e, come succede in quei luoghi, si parla di tutto un po’, ma in particolare di sport.

Giancarlo non si ferma alla sola attività imprenditoriale; mosso dallo spirito del volontariato, trasmessogli dall’indimenticato amico Giulio Gazzi, si spende così per il prossimo. Per ben 36 anni, si presta come autista dei pulmini che prelevano e riportano molti bambini frequentanti il locale asilo. Tante generazioni non solo del comune, ma anche dei paesi limitrofi, come Santa Giustina, Meano e Sospirolo, lo hanno conosciuto, e questi ex bambini, da adulti ancor oggi lo riconoscono e lo salutano con gratitudine.

Il suo impegno si è esteso pure alla Pro loco di cui va fiero e che è testimoniata dalla bella targa appesa al muro del salotto, con oltre cinquant’anni di militanza. Giancarlo però va estremamente orgoglioso della sua appartenenza alla locale sezione dei Donatori di sangue. Entrato nel 1967 e nominato subito segretario, divenne anche Caposezione a metà anni Ottanta. Da quando in provincia è stato istituito il Torneo di calcio delle sezioni dei Donatori, lui ha sempre cercato di parteciparvi con estrema passione.

Le squadre che riusciva ad allestire erano sempre di un certo spessore, e questa sua passione è stata premiata con la vittoria ottenuta nell’edizione svolta a Sedico nella frazione di Mas. Mi congedo da lui che mi accompagna come sempre con il suo contagioso sorriso, persona davvero speciale e di grande cuore.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.

Questo articolo sarà disponibile per la lettura online a partire da

30/06/2024

VUOI LEGGERLO SUBITO?

Corri in edicola ad acquistare l’ultimo numero de “il Veses”