800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Francesco Da Vià

sul podio al suo debutto in azzurro

Francesco Da Vià

sul podio al suo debutto in azzurro

È salito sul podio reggendo il Tricolore. Emozionato, ma non troppo. Gran debutto in azzurro per Francesco Da Vià. Il 22enne di Domegge di Cadore, tesserato per il Gs La Piave 2000, è giunto terzo nella prima edizione dell’incontro internazionale under 23 di corsa su strada che lo scorso 15 ottobre a Trieste, ha visto sfidarsi Italia, Francia, Grecia e Svizzera.

Anche grazie al piazzamento di Da Vià, gli azzurri si sono imposti nella classifica maschile a squadre, precedendo di un solo punto (11 a 10) la favorita Francia. Sui 10 km dal castello di Miramare al castello di San Giusto, la vittoria è andata al romano Francesco Guerra (30’11”) che ha nettamente sconfitto il francese Baptiste Guyon (30’50”). Da Vià ha chiuso in 30’59” al termine di una gara in progressione, in cui prima ha lasciato sfogare gli avversari e poi ha recuperato posizioni su posizioni.

È stata una prova difficile, condizionata dal vento contrario e caratterizzata da una micidiale salita finale di un chilometro che ha condotto gli atleti al castello. Da Vià non ha sofferto l’emozione, è stato strategicamente perfetto e alla fine ha colto un bronzo (insieme all’oro a squadre) che ha accompagnato al meglio il suo esordio in azzurro.

«Siamo felicissimi – ha commentato il suo allenatore Johnny Schievenin -. Le incognite di un debutto in Nazionale c’erano tutte, ma Francesco è sempre rimasto lucido, ha fatto la sua gara sino in fondo e anzi, lungo la salita finale, ha avuto ancora la forza di recuperare altre due posizioni, passando dal quinto al terzo posto. Non avremmo potuto aspettarci di meglio».

Il 2023 di Da Vià è iniziato con i successi nella corsa campestre ed è culminato all’inizio di settembre, a Pescara, con l’argento nel campionato italiano under 23 della 10 km su strada, il primo podio tricolore della sua carriera. Da qui, la chiamata in Nazionale.

Quando uscirà questo numero, avremo già conosciuto anche il risultato di Francesco agli Europei di corsa campestre di Bruxelles (10 dicembre). Schievenin conferma: «È il momento giusto: Francesco in questa stagione ha fatto esperienze importanti, è cresciuto molto e la forma, come ha dimostrato a Trieste, continua ad essere ottima. Abbiamo voglia di provarci».

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.