800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Esercitazione multirischio a Pradenich

Due giornate di formazione per soccorsi

Esercitazione multirischio a Pradenich

Due giornate di formazione per soccorsi

Una collaborazione fruttuosa quella che ha portato a termine l’esercitazione Multirischio nelle giornate di sabato 20 e domenica 21 maggio. La base logistica è stata attivata presso l’area di Pradenich a Cesiomaggiore.

Gli scenari operativi sono stati realizzati nel territorio comunale e le associazioni che hanno condiviso il progetto sono numerose e provengono oltre che dal Coordinamento anche da altre località della provincia, come la Protezione civile di San Tomaso Agordino, Pc Monte Peron e Pc Soverzene. Hanno collaborato anche i Servizi Forestali Regionali per quanto attiene la gestione dell’anti incendio boschivo nella mattinata di domenica in Val Canzoi, mentre per l’assistenza sanitaria ha collaborato l’Associazione Vol.A. con suo personale e l’ambulanza a disposizione di caso di soccorso.

La mattina di sabato 20 maggio è stata dedicata ad un corso introduttivo di Protezione civile al personale dipendente presso il Comune di Cesiomaggiore. Nel pomeriggio l’attività è proseguita con l’impiego di volontari, simulando una ricerca di persona scomparsa in zona Busche e una allerta per evento sismico in località Pez. In serata una squadra con torre faro è stata inviata per un monitoraggio di una frana attiva dal 2021 in Val Canzoi.

Durante la mattina di domenica 21 maggio sono stati svolti interventi di anti incendio boschivo in località San Eustachio in Val Canzoi, a seguire una ricerca di persona caduta in una forra da parte dei volontari speleo del Soccorso Alpino Veneto Orientale. È stata invece annullata la prova di intervento in soccorso di una persona infortunata in un sinistro stradale, in collaborazione con il personale dei Vigili del Fuoco, in quanto quest’ultimo è stato inviato in soccorso all’emergenza alluvione dell’Emilia Romagna.

L’iniziativa ha mosso circa un centinaio di volontari che hanno operato divisi per squadre nei vari scenari; in tali frangeti sono stati verificati il rispetto e l’uso dei dispositivi di sicurezza individuale, la sicurezza del cantiere, dell’uso corretto delle attrezzature specifiche, oltre alle consuete disposizioni di carattere sanitario. Al termine ogni squadra è stata riunita per un debriefing in cui è stato analizzato quanto eseguito a livello operativo.

L’Amministrazione di Cesiomaggiore, oltre a promuovere la Multirischio, ha ritenuto necessario nei prossimi mesi svolgere un’attività di informazione presso le frazioni, coinvolgendo i cittadini sui temi della sicurezza, sulle buone pratiche di Protezione civile e dando chiarimenti sulle aree di attesa e di ricovero sparse nel territorio, per meglio comprendere la loro utilità in caso di calamità.

Il Coordinamento Feltrino desidera ringraziare le Amministrazioni regionali, provinciali, l’Unione Montana Feltrina ed il Comune di Cesiomaggiore per la disponibilità e la collaborazione dedicata al progetto.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.