800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Ecocentro 0.0 a Santa Giustina

a primavera l'inizio dei lavori. A quando l'inaugurazione?

Ecocentro 0.0 a Santa Giustina

a primavera l'inizio dei lavori. A quando l'inaugurazione?

La parola “ecocentro” a Santa Giustina è diventato un vocabolo imbarazzante. Proviamo a immaginare il dialogo tra due cittadini di Santa Giustina. “Ecocentro!”. Quale? “Quello vicino alle scuole? Quello nuovo che da oltre 15 anni non manca nel programma elettorale? Quello fai-da-te degli “eco furbi” che depositano gli ingombranti nell’asta del Piave? Quello di San Gregorio e di Sospirolo inaugurati il primo nel 2007, il secondo nel 2008 con i contributi di Provincia, Regione e solo in parte con cassa comunale?”.

ECOCENTRO 1.1 ALLE SCUOLE
Di questo sito si è detto ormai tantissimo, che è in un posto poco adatto perché in centro e vicino alle scuole; perché è pericoloso in quanto il conferimento è dal basso in alto e non viceversa, perché durante e dopo la pandemia non sono aumentati i giorni di apertura (cosa che invece ha fatto il vicino comune di Sospirolo); anzi per accedervi bisogna andare solo su appuntamento – da prendere telefonicamente solo il giovedì mattina o sulla App (e chi non ce l’ha?) – che mediamente è pianificato 30/40 giorni dopo la prenotazione. Per le imprese è ancora più difficile: solo il lunedì con attese, anche superiori alle due ore, da togliere all’esercizio dell’attività. Per tutti è necessario stoccare gli ingombranti nelle proprie sedi e nelle proprie case in attesa del fatidico momento. E le ramaglie? Diciamo bene?

ECOCENTRO 1.MALUS
È l’asta della golena del Piave scambiata ancora adesso per discarica a cielo aperto di ingombranti, inerti e altro. A giugno c’è stata anche l’iniziativa “Piave.net”, organizzata dai comuni rivieraschi del Trevigiano, che ha coinvolto anche quelli feltrini. È del gennaio scorso l’ultima raccolta di immondizie nella zona di Salzan-Fant organizzata da cittadini volontari che si sono prestati ad effettuare l’ennesima giornata (giornate!) ecologica dopo quella del 2015 e del 2019 negli stessi posti. L’inciviltà e la mancanza di rispetto dell’ambiente purtroppo sono diffusi ovunque e non solo a Santa Giustina; ma ognuno guarda in casa propria e sicuramente l’oggettiva difficoltà del servizio dell’ecocentro comunale può indurre a comportamenti incivili.

ECOCENTRI 1. VIRTUS
Sono quelli dei citati comuni limitrofi di San Gregorio nelle Alpi e Sospirolo che da anni si sono dotati di impianti moderni, meno pericolosi perché i container si caricano dall’alto in basso, centri finanziati con bandi pubblici sovracomunali come già detto. Chapeau!

ECOCENTRO 0.0
È quello “dell’anno che verrà” per dirla alla Lucio Dalla. Dopo le promesse di ogni campagna elettorale, risale al 2009 l’annuncio di questa amministrazione di un nuovo ecocentro in località Formegan (vicino al vivaio), poi tramontato. Da allora sono già passate due legislature e mezza e l’ecocentro è ancora 0.0. Il terreno acquistato dal Comune per il nuovo sito è in località Volpere. A novembre 2021 sono state raccolte oltre 90 manifestazioni di interesse per la realizzazione dell’impianto. Individuate le imprese, la postazione appaltante dell’Unione Montana Feltrina si occupa della gara di appalto e i lavori inizieranno in primavera. Il costo complessivo è di 410 mila euro interamente coperti dal bilancio comunale.

ECOCENTRO 2. FINALMENTE
È quello che sarà realizzato in località Volpere. La domanda ritorna spontanea. Ecocentro? “Qual saralo al sindaco che al lo inaugurerà, questo o al prosimo?”.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.