800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Echi d’Arte a Trichiana

pittura, scultura e fotografia

Echi d’Arte a Trichiana

pittura, scultura e fotografia

L’arte è uno svelamento, un moto interiore, una forza che sostiene il lato migliore della natura umana. È in grado di farci star bene, di farci vedere le cose con occhi diversi e incantati. È ciò che si prova passando davanti alla vetrata della sede di CivicaMente-Associazione di idee, in piazza Saubens a Trichiana. E non resta che entrare e godere dell’atmosfera, camminare tra le opere d’arte, tra i quadri, le sculture e le foto, scoprire artisti, soffermarsi davanti a un’opera che ci attrae, vivere l’arte e il momento.

Si tratta del progetto artistico Echi d’arte che esordisce con una mostra collettiva, aperta fino alla fine del mese di marzo, di pittori, scultori e fotografi del territorio. Sono presenti trenta opere a tema libero che ben raccontano la bellezza, la forza emotiva e la rappresentazione del pensiero di ogni artista. Il progetto prevede, dopo questa prima iniziativa, di ospitare, ogni mese, la mostra personale di un artista che, in questo modo, ha la possibilità di esprimere, attraverso il linguaggio dell’arte, i sentimenti, le opinioni e il proprio modo di essere.
«L’associazione CivicaMente è nata per portare il proprio contributo nello stimolare le persone ad operare per l’animazione sociale e culturale delle comunità, immersi nei mutamenti che le attraversano, vuole essere un laboratorio di idee e di buone pratiche. Vogliamo promuovere la cultura, la buona socialità, la qualità delle relazioni umane e degli stili di vita, mettendo in rilievo l’uguaglianza dei diritti e la giustizia sociale, il rispetto delle differenze, i diritti della Terra.

Sono convinto, da sempre, che la Cultura è fondamentale per la costruzione di un moderno sistema di welfare che sostenga il benessere delle persone e delle comunità. Così come è di straordinaria importanza per combattere ignoranza e intolleranza nei confronti di ogni diversità, promuovendo percorsi di inclusione sociale e culturale. L’associazione è particolarmente grata ai trenta artisti che hanno partecipato al progetto e a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della mostra. La proposta è aperta alla partecipazione anche di altri artisti; vorremmo, infatti, che questo spazio diventasse occasione per tutti di farsi conoscere attraverso le proprie opere. Mai come in questo momento di tempi difficili abbiamo bisogno di bellezza declinata in tutti i suoi aspetti» commenta il presidente dell’associazione Edi Fontana.
Giovanna Roncada, presente alla mostra con una sua foto, afferma: «Sono contenta di fare parte di questo progetto perché credo nel linguaggio universale dell’arte che consente di dare spazio a espressione e dialogo fra le persone, aiutando ad arricchire il proprio sentire e vedere la vita, sia per chi l’arte la pratica sia per chi ne fruisce, in un imprescindibile scambio di reciproche influenze.»

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.