800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Dizionario in Bottiglia

Valore

Dizionario in Bottiglia

Valore

A volte vorrei che tutti ricevessero una medaglia al valore. Sai, di quelle che un presidente appende al petto di qualcuno perché ha fatto qualcosa di valore. Ma in fondo non lo stiamo facendo tutti qualcosa di valore? Vivere non è forse già qualcosa di valore? I miei genitori mi hanno già assegnato la mia piccola grande medaglia, al momento del mio concepimento. Mi hanno donato ciò che vale di più al mondo. E la cosa straordinaria è che non mi hanno chiesto nulla in cambio, se non di assaporare il valore della vita ogni giorno. D’accordo. Non è sempre facile.

Molti sono convinti che il valore della vita sia lo stesso per ciascuno di noi, e quindi periodicamente nascono e muoiono, appunto come ciascuna vita, dibattiti e discussioni su quanto sia il valore di una vita: morire per la Patria era atto di grande valore, forse lo è ancora; morire in mare mentre si attraversa l’esistenza, quello no, quello sembra non essere di grande valore; sfrecciare sull’autostrada a gran velocità, mettendo a repentaglio la vita degli altri e la tua, beh, non è dar valore a niente, ma far di tutto per salvare una persona dentro la carcassa di un’auto ribaltata, questo sì ha valore. Alla fine chi ha deciso il valore delle cose? Chi è riuscito a trovare il giusto peso da mettere sulla bilancia del valore? Riflettendoci, sembra quasi quel noto indovinello che ci facevamo a scuola, da bambini: “Pesa di più un chilo di piombo o un chilo di piume?”. E stavamo anche lì a pensarci, perché a sentir la domanda sembrava quasi ovvio che pesasse di più il piombo, per poi scoprire che non possono esistere due pesi e due misure, soprattutto quando si parla di valore.

Un famoso spot televisivo di diversi anni fa diceva “… perché io valgo!”. Siamo capaci di dirlo anche noi? Davanti allo specchio. E poi rivolgendosi a chi abbiamo accanto, “anche tu vali”. E così, uscendo di casa, anche a chi proprio ce la metta tutta per farci innervosire, “anche tu vali”. Riusciamo a farlo con gli oggetti, ma non con le persone. “Questa fotografia per me ha un grande valore”. Certo, perché l’ha scattata un essere umano, dentro quella foto c’è il suo tocco, la sua arte, la sua esistenza. Inutile avere poi un patrimonio dell’umanità, se poi quel paesaggio, quelle montagne, non le sappiamo rispettare fino in fondo.

Quanto valore diamo a un albero, per esempio? Perché l’automobile, andiamo in concessionaria e la valutiamo o ce la valutano. Ma con un albero, come si fa? Ecco, vorrei proprio che il valore non fosse solo quantificato, scritto sul conto del ristorante o sulla parcella di un medico.

Quel modo di dire, “i valori della vita”, ecco, non solo il valere, ma il valorizzare, l’amore che è un valore, non che ha valore, il vivere la vita e non il possederla la vita, ecco, questo è valore.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.