800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Dialoghi al presente

l'umanità fa i conti con il destino

Dialoghi al presente

l'umanità fa i conti con il destino

Avanti il prossimo! – dice il destino.
Buongiorno – dice l’umanità.
Buongiorno. Si accomodi pure. Allora, lei è l’umanità, giusto? Vedo dal suo curriculum che è qui nell’ambiente da parecchi millenni…
Sì, all’inizio me ne sono stata un po’ in disparte, però. Diciamo che solo negli ultimi secoli mi sono fatta notare e che ho preso un po’ più dimestichezza con me stessa e gli altri…
Bene. Come mai è venuta da me?
Desidero una cosa.
Che cosa?
L’eternità!
L’eternità? Mi risulta, mi dica se sbaglio, che lei, cara umanità, inizialmente l’eternità la possedeva, ma poi per colpa di…
Di un frutto! Per colpa di un frutto…
Sì, d’accordo, di un frutto… ma diciamocelo, in realtà a vincere e a portarsi via l’eternità è stata la paura…
Paura?
Ma sì, quella che c’ha in testa… la paura che vada tutto male, la paura qualcuno ce l’abbia con te, la paura anche del sottoscritto, perché no? E mi dica, perché vorrebbe l’eternità?
Perché mi pare sempre di essere a un millimetro per ottenerla, ma poi…
Ma poi?
Poi per esempio, che ne so, mi ammalo!
Si ammala?
Sì. Dopo tanti millenni è pazzesco, ma ci sono ancora le malattie. Per esempio, il raffreddore. O il mal di testa. Ci vorrebbe un bel vaccino per il mal di testa, così da vivere sani 365 giorni l’anno. Mica me lo posso permettere un mal di testa al giorno d’oggi!
Beh, magari se continuate così piano piano ci arrivate… Anche se mi scusi, io ancora non ho capito che cosa se ne farebbe dell’eternità? Non le basta vivere fino a 80 anni?
Ma perché darsi un limite di vita? In fondo la scienza ci insegna che i limiti possono essere infranti, continuamente.
Ma senza limiti, mi scusi, la vita non avrebbe scopo.
In che senso?
Il fatto che ogni vita abbia a un certo punto una fine , almeno qui, sulla Terra, la rende unica e meravigliosa. Come un romanzo. O un film. Nel momento in cui un bel film finisce, ecco che ne trovo il senso ultimo, il suo significato. Per comprenderlo però fino in fondo lo devo vedere tutto. E la vita… la vita, anche se non è perfetta, la vita io la prenderei così, lunga o corta, ma comunque vita…
Sarà. Ma vivere prolungando il tempo il più possibile, non sarebbe ancora meglio?
Ma se quel tempo che vorresti non finisse mai, invece di prolungarlo, lo vivessi in pieno mentre scorre. Invece di aggiungervi un pezzettino ogni tanto… glielo ripeto, il suo problema, cara umanità, è la paura e finché avrà paura… eh, non darà giusto spazio al tempo e al vivere al presente…
Quindi mi sta dicendo che per l’eternità, anche questa volta, è meglio che lasci perdere?
Via. Facciamo così. Le do una possibilità. Intanto provi ad impegnarsi a vivere con quel che ha, poi magari per l’eternità provo a parlare con un mio amico, uno ai piani alti, magari nel frattempo gli è anche passata, no?

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.