800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Da Sedico a Bruxelles

Il polo culturale sotto i riflettori europei

Da Sedico a Bruxelles

Il polo culturale sotto i riflettori europei

Il nuovo polo culturale di Sedico protagonista in Europa. Ne ha parlato l’assessore alla cultura del Comune di Sedico, Sebastiano Casoni, al Comitato delle Regioni a Bruxelles nell’ambito di una sessione di studio ed analisi politica sui casi di successo nella rigenerazione e restituzione di luoghi alle comunità.

Il polo era stato realizzato grazie al contributo di Luxottica (2.160.000 su un totale di 2,3 milioni di euro) nell’ambito dell’accordo di programma stipulato nel 2017, in occasione dell’ampliamento dello stabilimento di Landris. L’intervento portato avanti dall’Amministrazione comunale, ha fin da subito rappresentato un importante investimento nei campi di cultura e sociale: infatti, oltre ai nuovi, maggiori e più funzionali spazi della Biblioteca civica, l’edificio ospita oggi la sede di diverse associazioni di volontariato del territorio.

«A Bruxelles ho potuto raccontare della nostra Biblioteca civica, degli altri spazi a disposizione della cultura e del volontariato, di come il polo sia in poco tempo diventato attrattivo, non solo per Sedico, grazie a una vivace attività culturale», spiega Casoni. «Raccontando come il progetto ha preso vita e trovato compimento grazie al contributo di Luxottica, ho colto l’occasione per sottolineare come non sempre sia facile per i comuni intercettare bandi e fondi europei. Senza pretesa di cambiamenti, ho avuto l’opportunità di dare uno stimolo e un feedback alle istituzioni su questo tema».

Un breve intervento di cinque o sei minuti, regolamento dalla direzione, ma che ha concesso di parlare di un risultato locale in una sede prestigiosa, al fianco di progetti di città ben più grandi come Bucarest o Milano, grazie all’intervento di Casoni, facente parte della rete europea di consiglieri regionali e locali.

«Oltre che del contenitore, c’è stato modo di parlare dei contenuti e della programmazione culturale che abbiamo attuato e stiamo portando avanti insieme ad enti e associazioni, anche provinciali e non solo. Grazie a Renew Europe CoR per l’invito e per il costante lavoro di networking tra i territori e le istituzioni europee», conclude Casoni.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.