Al di là dell’aurora

Sara Pasa si racconta: storia di un viaggio di introspezione

Ha alle spalle una laurea in scienze ambientali ed una lunga esperienza… nel campo della ristorazione. Perché a volte essere bravi a scuola non è sufficiente. A Sara Pasa non è bastato laurearsi brillantemente per poter fare un lavoro che per anni aveva sognato e per il quale aveva studiato. Però ha trovato il senso della sua vita, la svolta, nella maternità; ma anche nelle difficoltà. E la via d’uscita nella scrittura. Sara Pasa, 32 anni, di Sedico, ha dato alle stampe in queste settimane il suo primo romanzo, “Al di là dell’aurora”. Il libro è stato presentato in un locale dove l’autrice ha lavorato per anni come cameriera, il bar Centrale di Sedico.

“Sono una donna di 32 anni – ha raccontato Sara – e vivo tra le mie amate montagne con mio marito Federico e mia figlia Gioia. Sono una persona molto semplice, vivo di poche cose, le più importanti: la mia famiglia e gli affetti più cari. Sono sempre stata creativa, scrivo, dipingo, disegno ma non ho mai approfondito questo aspetto di me per concentrarmi maggiormente sulle cose pratiche”.

Poi ha parlato del suo libro. Di come è nato, soprattutto. “Il libro – ha spiegato – è nato perché durante la maternità, ho sofferto di depressione post parto, problema comune a tantissime madri ma molto sottovalutato dalla società. Nel periodo in cui stavo male, ho consultato una psicologa che mi ha aiutata ad affrontare il mio forte disagio. Ho cominciato a scrivere mentre la bimba dormiva e per me quegli attimi erano dedicati a me, a dare sfogo alla mia creatività e a dare voce a quello che avevo dentro. Piano piano le pagine aumentavano insieme alla fiducia in me stessa e alla mia serenità personale”.

Il libro parla di una ragazza introversa e solitaria alla quale accadono cose misteriose. Il suo è un viaggio di introspezione, in cui visita mondi e dimensioni particolari, in cui conosce se stessa e si lascia andare all’amore. La sua base sicura sono i valori: la famiglia, gli amici, l’amore e la voglia di realizzare i suoi sogni. Ma si parla anche di molti altri temi attuali, del bisogno di avere fiducia in se stessi, della necessità di lasciarsi andare alle emozioni e soprattutto all’amore.

“Per me – ha concluso l’autrice – è stato un modo per realizzare un sogno, per dare vita ad un’idea, per dimostrare che se vogliamo possiamo fare tutto e questo ci può aiutare ad uscire dai periodi bui della vita”.

Galleria Immagini
Tags
Allegati

Leave A Comment