800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Coro Polifonico di Trichiana

una mostra fotografica per i suoi 40 anni

Coro Polifonico di Trichiana

una mostra fotografica per i suoi 40 anni

Sabato 4 novembre è stata inaugurata la mostra fotografica “La nostra storia”, dedicata ai 40 anni del Coro Polifonico di Trichiana, che ha visto i suoi natali nel 1983. L’esposizione è ospitata nella Sala Mostre del Palazzo Tina Merlin a Trichiana di Borgo Valbelluna. Ad aprire le danze l’intervento di Edoardo Comiotto, che, oltre ad aver presentato diversi concerti del gruppo durante l’anno, è autore del brano inedito intitolato “Kanta la Valbeluna” che il coro ha presentato lo scorso luglio e che è stato poi composto musicalmente dal maestro Giorgio Susana in occasione del quarantesimo anniversario di fondazione. Durante l’inaugurazione presenti l’assessore al turismo Simone Deola e la vicesindaca Monica Frapporti per l’amministrazione comunale di Borgo Valbelluna, e il parroco di Trichiana Don Egidio Dal Magro.

«Sintetizzare 40 anni di vita di un coro in una mostra non è una cosa semplice» spiega il presidente Paolo Gardenal, «perciò ringraziamo in maniera particolare Daniel Balzan per il suo ruolo da curatore.» La mostra si compone di 17 pannelli fotografici dove sono state raccolte tutte le immagini di repertorio del coro durante i momenti più caratteristici del periodo, accompagnate da testi, curiosità e qualche numero. Ogni periodo viene raccontato attraverso il maestro dell’epoca: dagli albori con Andrea Mattiuz, a Sandrigo Cavalet, per poi passare al florido periodo di 16 anni con Gianna Gianchino e poi la maestra Giorgia Reolon; infine, i 10 anni di Aldo Coronati e i giorni nostri con il maestro Stefano Bittante. La visita sarà accompagnata da un sottofondo musicale dei brani del coro.

«Tra i panelli si possono trovare diverse informazioni interessanti, ad esempio la mappa con i punti geografici visitati dal coro tra Italia ed Europa, che sono davvero molti. Poi abbiamo voluto presentare qualche numero: 135 coristi, 6 maestri, 4 sedi, 6.400 ore di prove, 354 concerti, 99 messe cantate e circa 70mila km percorsi fuori Trichiana, perché siamo arrivati fino in Brasile» prosegue Gardenal. «Abbiamo voluto sottolineare in qualche pannello più divertente che il coro non è solo canto, ma soprattutto stare insieme, divertirsi e creare legami, tra noi e con altri cori, in Italia e all’estero.» Ne sono un esempio il recente concerto del 28 ottobre, il cui ospite è stato il Cantemus Boys Choir dall’Ungheria, o l’esibizione del polacco Gruppo Vocale “6na6” di Rybnik che si terrà sabato 9 dicembre a Trichiana.

Infine, il diciottesimo pannello, creato proprio dai coristi, riporta il brano “Kanta la Valbeluna”: «Abbiamo voluto valorizzare questa bellissima poesia, che decanta le bellezze della nostra terra ma vuole anche essere un messaggio di accoglienza per chi desidera venire a visitarla» conclude il maestro.

La mostra è aperta al pubblico fino a domenica 26 novembre nelle seguenti giornate: mercoledì dalle ore 9.00 alle 12.00, sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, domenica dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.