800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Confini e Limiti – Il coraggio dell’incontro

il tema dell’edizione 2023 del concorso letterario “Parole che Parlano di Noi”

Confini e Limiti – Il coraggio dell’incontro

il tema dell’edizione 2023 del concorso letterario “Parole che Parlano di Noi”

Esistono confini spaziali e temporali, confini metaforici e altri che riguardano i rapporti tra le persone. Il confine demarca la distanza e la differenza tra territori e tra popoli, ma è anche il punto di incontro tra uomini e culture. Con-fine, è dove entrambe le parti hanno la loro fine per incontrarsi, dove si sta l’uno di fronte all’altro. Il confine delimita, ma insieme è possibilità di apertura, non porta chiusa, ma varco da attraversare quando si sceglie di intraprendere il viaggio che dischiude inedite speranze e conduce a nuove scoperte. Il viaggio al di là del confine, dove si incontra l’ignoto, in tutte le differenze della natura e dell’umanità, richiede coraggio e il superamento delle nostre paure per andare verso ciò che riserva il futuro. A volte i confini vengono superati per necessità di sopravvivenza…

“Confini e Limiti – il coraggio dell’incontro” è il tema dell’edizione del prossimo anno del concorso letterario “Parole che parlano di noi”. I partecipanti potranno descrivere esperienze, riflessioni, racconti, proponendo ai lettori la propria idea di confine e di incontro.

Regolamento
Art. 1 – Il concorso “Parole che parlano di noi – Confini e limiti: il coraggio dell’incontro”, si rivolge ai residenti in provincia di Belluno. La partecipazione è gratuita.

Art. 2 – Ogni concorrente può partecipare con un testo inedito della lunghezza massima di 600 battute, spazi inclusi.

Art. 3 – Sono previste 2 sezioni:
1 – Sezione Scuole, riservata alle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado;
2 – Sezione Aperta (dai 14 anni in su).

Art. 4 – Le opere dovranno pervenire via e-mail all’indirizzo concorso@ilveses.com, con oggetto “Concorso Parole che parlano di noi – Confini e limiti: il coraggio dell’incontro”, entro e non oltre la data 11 marzo 2023. Il testo dovrà essere contenuto in un allegato, salvato in word (modificabile) e non dovrà contenere traccia delle generalità dell’autore. Il file allegato andrà nominato “Confini e limiti: il coraggio dell’incontro_concorso Veses_sezione n°….”.
1a – Sezione Scuole: Nel corpo della e-mail dovranno essere indicati i dati del partecipante: nome, cognome, indirizzo, data e luogo di nascita, telefono ed e-mail di riferimento, l’istituto scolastico e la classe; i dati saranno visionati esclusivamente dal segretario del concorso, andrà allegata anche la liberatoria firmata dai genitori/tutori. Nel caso un docente voglia partecipare con la propria classe, è possibile inviare una tabella con elenco numerato dei nomi e i dati degli alunni, unitamente alla cartella con i singoli elaborati anonimi, numerati in corrispondenza dei nomi degli autori, e una cartella con la raccolta delle liberatorie firmate dai genitori.
2a – Sezione Aperta: Nel corpo della e-mail dovranno essere indicati i dati del partecipante: nome, cognome, indirizzo, data e luogo di nascita, telefono, e-mail; i dati saranno visionati esclusivamente dal segretario del concorso. Nel caso di autori di minore età alla mail di invio va allegata la liberatoria firmata dai genitori/tutori del minore.

Art. 5 – La giuria, composta da personalità scelte in accordo con le Istituzioni, stilerà la graduatoria finale indicata all’interno di una rosa di finalisti, scelti da un’apposita commissione selezionatrice.

Art. 6 – Gli autori delle opere rinunceranno a qualsiasi compenso relativo alla pubblicazione, mantenendo comunque la proprietà dei diritti d’autore. I testi vincitori saranno pubblicati nella rivista “il Veses – Finestre sulla Valbelluna” nel corso del 2023. Sarà facoltà esclusiva della redazione la scelta di pubblicare in toto la raccolta degli elaborati. Nel caso la raccolta fosse pubblicata, sarà consegnata copia ai partecipanti.

Art. 7 – La cerimonia di premiazione si terrà nell’Auditorium ex chiesa di San Pietro a Borgo Valbelluna – Mel il 28 maggio 2023. Eventuali cambiamenti saranno tempestivamente comunicati via mail ai diretti interessati e sui social e/o a mezzo stampa. È prevista la premiazione dei primi tre vincitori per ogni sezione.

Art. 8 – La partecipazione implica il consenso al trattamento dei dati personali forniti dai partecipanti. Ai sensi del D. Lgs 196/2003 e successive integrazioni D. Lgs 101/2018 i dati verranno trattati solamente per finalità di gestione amministrativa del concorso.

Art. 9 – L’inserimento nella graduatoria dei finalisti sarà comunicato insieme all’invito a partecipare alla cerimonia di premiazione. La graduatoria sarà resa nota nel corso della cerimonia stessa. I premi assegnati dovranno essere ritirati personalmente dai finalisti o da persone delegate.

Art. 10 – La partecipazione al concorso implica la completa accettazione del presente regolamento.l

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.