800 038 499

Numero Verde gratuito

Email

info@ilveses.com

Ci sto? Affare Fatica!

Coinvolti con successo una ventina di giovani del territorio

Ci sto? Affare Fatica!

Coinvolti con successo una ventina di giovani del territorio

S

’intitola “Ci sto? Affare fatica!” il progetto, coordinato dalla Cooperativa Kirikù di Montebelluna in collaborazione con la Cooperativa Portaperta di Feltre, cui ha aderito anche il Comune di San Gregorio nelle Alpi insieme a una trentina di comuni bellunesi e trevigiani.

Nato con l’intento di coinvolgere ragazzi tra i 14 e i 19 anni in attività di volontariato sul territorio durante il periodo estivo, il progetto permetteva al Comune di reclutare massimo 10 giovani per svolgere una o due settimane di volontariato. San Gregorio ha scelto come periodo fine giugno e inizio luglio e vi hanno aderito 8 ragazzi la prima settimana e 9 la seconda. La Cooperativa ha inizialmente formato i volontari sulla sicurezza e su altri temi e ha fornito alcuni materiali per le attività. Erano coinvolti alcuni tutor tra i 20 e i 30 anni e alcuni tutor adulti (gli Handyman) specializzati in alcune attività.

Nella prima settimana, i partecipanti sono stati seguiti da un esperto ex falegname che li ha aiutati nel realizzare diverse casette di legno per il bookcrossing (scambio di libri effettuato lasciando la copia di un volume già letto in un luogo pubblico, a disposizione di altri lettori) posizionate presso il parchetto fronte Municipio, al campo sportivo di Paderno, presso il giardino dell’asilo; i ragazzi hanno anche scritto le regole di utilizzo e martedì 18 luglio c’è stata l’inaugurazione in Municipio, con un momento di letture dedicate ai bimbi.

La seconda settimana ha visto i volontari impegnati nella sistemazione di alcuni spazi pubblici, ad esempio nella manutenzione del giardino della scuola, presso il campo sportivo, l’asilo, in piazza e in altri luoghi del centro. Alcuni sono stati anche impegnati nella catalogazione di libri presso la biblioteca comunale. 

A tutti è andato un buono di 50 euro da spendere presso negozi convenzionati della zona mentre ai tutor un buono da 100 euro a testa con lo stesso fine.

«Un’iniziativa riuscita –  a detta dell’assessore Margherita Minella, «in quanto i giovani si sono particolarmente impegnati e abbiamo ricevuto buoni riscontri da loro e dai genitori. È stato un impegno anche per il Comune, essendo la prima edizione sia per un piccolo investimento di spesa sia per trovare dei lavori adatti ai giovani, ma ne è valsa la pena anche perché hanno partecipato quasi tutti ragazzi del territorio, alcuni anche nuovi a queste attività. Un applauso va anche ai tutor e agli Handyman, che si sono dedicati con impegno anche oltre il previsto».

Galleria Immagini

Acegli l’area tematica che più ti interessa oppure clicca sulla casa per ritornare alla Pagina Principale del sito.